Gennaro Gattuso dopo aver lasciato il Napoli diventa l’allenatore della Fiorentina lo scorso 25 maggio, ma la sua avventura sulla panchina viola non dura neanche un mese. Solo il 17 giugno l’allenatore firmava la rescissione consensuale. Tuttora non è chiarissimo quello che è successo ma già all’epoca dei fatti si parlava di richieste di acquisti eccessive da parte dell’ex centrocampista.

 

 

Dopo la rottura il presidente della Fiorentina Rocco Commisso Gattuso firmano un accordo di riservatezza per non divulgare notizie sull’accaduto. Tuttavia qualche spiffero esce sempre, come per esempio oggi. È il presidente stesso a tornare sull’argomento in un’intervista al Financial Times in cui spiega quali fossero le richieste dell’allenatore: “comprare alcuni giocatori ad un certo prezzo“; il riferimento sarebbe stato ai giocatori appartenenti alla scuderia del procuratore Jorge Mendes, stesso agente anche di Gattuso. Stizzita la reazione del presidente che sempre al Financial Times rivela: “Non è nel mio stile, non è la mia storia. Nessuno si deve approfittare di me“. La Gestifute, società gestita dall’agente portoghese, interpellata dallo stesso giornale, ha definito irrispettosa ed irreale la ricostruzione del presidente.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 13-01-2022


Juventus: Szczesny può giocare contro l’Udinese

Il Genoa per la panchina pensa a Labbadia