L’allenatore del Monza Stroppa ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Roma

Giovanni Stroppa, allenatore del Monza, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita dell’Olimpico contro la Roma.

ROMA – «La forza della Roma è il gruppo, ma è sulla falsa riga delle caratteristiche che hanno le grandi squadre. Hanno un motore che va oltre a quello base che si ha in questa categoria. I giallorossi sono abituati a giocare due impegni a settimana. Non so se ci saranno dei cambi, ma ci dobbiamo aspettare tutto. È la squadra più forte sulle palle inattive, attaccano la porta bene: vedremo cosa succederà, ma abbiamo lavorato tanto».

MOURINHO – «Fino a ieri lo guardavamo in televisione, ora lo vedremo dal vivo. Credo che abbia dato un valore incredibile al campionato, poi sta facendo cose importanti a Roma, non è mai facile allenare lì. Ha vinto al primo anno, quest’anno sembra che stia facendo anche meglio. La Roma ha tutte le componenti della grande squadra, ma per approcciare le partite dobbiamo prendere ad esempio Udinese e Torino».

ROSA INCOMPLETA – «Secondo me la rosa in questo momento non è completa, paghiamo anche il fatto che i migliori non sono in condizioni. Secondo me con qualche aggiustamento la squadra può diventare ancora più competitiva».

SALVEZZA – «Le tre sconfitte consecutive non pesano, bisogna lavorare su ciò che dobbiamo fare. Non ha senso portare a casa le negatività, stiamo costruendo un’idea e dobbiamo andare avanti. Non nascondo le difficoltà oggettive, non ci sono problemi in questo senso: bisogna credere in quello che si fa, anche quando le cose riescono meno. Bisogna fare in modo che questa serenità possa esserci sempre».

L’articolo Conferenza stampa Stroppa: «La rosa non è completa, Roma la più forte su palla inattiva» proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 29-08-2022


Gazidis su Maldini: «Non credo servano parole per descrivere il valore culturale e manageriale»

MN24 – Visite mediche terminate per Thiaw: ora al Centro Ambrosiano per l’idoneità