Il governo inglese ha firmato un decreto che blocca i beni di diversi oligarchi russi tra cui il patron del Chelsea Roman Abramovich.

Il governo inglese usa il pugno duro con diversi magnati russi in seguito all’invasione dell’Ucraina ad opera della Russia. Per quel che riguarda Roman Abramovich sono stati congelati tutti i suoi beni, il presidente del Chelsea inoltre non può neanche viaggiare. Il magnate se vendesse adesso il club non incasserebbe nulla; i Blues hanno avuto una deroga per finire la stagione, perché senza di questa il presidente non avrebbe potuto pagare neanche le trasferte.

Champions League
Champions League

Le sanzioni finiscono per incidere addirittura sui negozi di merchandising, che sono stati tutti chiusi, e sulla vendita dei biglietti per le prossime partite: di fatto solo chi ha già comprato i biglietti può entrare allo stadio. Molto probabilmente non sarà possibile comprare biglietti per le prossime gare che verranno viste a Stamford Bridge solo dagli abbonati. La deroga scade il 31 maggio e quindi anche il mercato e i rinnovi contrattuali sono bloccati; come riporta il Corriere dello Sport.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 10-03-2022


Conte: “All’Inter mi hanno dato ciò che volevo, al Tottenham non succede ma…”

Berbatov: “Conte è un vincente, il Tottenham deve ascoltarlo per fare il salto di qualità”