Parla il vice presidente Eduard Romeu del Barcellona, la crisi economica è già in atto. Questa la situazione.

Eduard Romeu, parla in una lunga intervista a Sport, in cui il prossimo 16 giugno si terrà l’assemblea dei soci del Barcellona. Secondo il vice presidente dovrebbe trasformarsi il Barca in una SAD (sociedad anonima deportiva).

Romeu spiega così: “Il numero che fa più danni è quello dello squilibrio patrimoniale. Patrimonio netto negativo per 500 milioni di euro. Se non facessimo nulla, si potrebbero aggiungere a questo corso circa 150 milioni di perdite. L’ho già detto 500 milioni è ciò di cui abbiamo bisogno per salvare il Barcellona.

Aggiunge il vice presidente: “La situazione è quella che è. Deriva dall’eredità. Dalle cose che sono state fatte e non sono state fatte bene e da quelle che non sono state fatte. Se si parla dell’Espai Barça, che è fondamentale, si ottengono per esempio tre anni con un calo delle entrate.

Pallone Champions League
Pallone Champions League

Possibile le cessioni delle quote di Barca Licensing e Barca Studios, ecco la spiegazione di Romeu: “abbiamo delle offerte, ma non ci piacciono. Dobbiamo lavorare su BLM e sui diritti televisivi. È necessario mettere in concorrenza le diverse parti interessate. Per BLM abbiamo un’offerta di 275 milioni di euro. È una buona offerta se teniamo conto che tutto Barça Corporate era stato valutato 200 milioni di euro, ma per noi non basta. Per ottenere più soldi abbiamo bisogno di tempo, che è la grande spada di Damocle che abbiamo. Tempo e pazienza.”

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 10-06-2022


Milan, Gazidis: “Questi giganteschi club non sono piccoli motoscafi”

Roma: atto da oltre 27 milioni di euro, Consob accetta l’Opa