Antonio Di Natale lascerà l’Udinese e il calcio giocato al termine della stagione in corso. Il recordman dei friulani, che solo qualche mese fa aveva firmato un nuovo contratto valido fino al giugno del 2015, dunque, appenderà le scarpette al chiodo con un anno di anticipo. Nato a Napoli nel 1977, Di Natale non sta ripetendo i miracoli delle ultime stagioni, complice anche una squadra che non gira più a mille come nel recente passato. Attualmente l’Udinese si trova al 13° posto nella classifica della serie A, con 20 punti in 18 partite: da parte del capitano, ovviamente, il dispiacere è tanto, anche perché l’obiettivo suo era quello di chiudere nel migliore dei modi, magari riportando i bianconeri friulani in Europa prima di dire addio.

“Dispiace iniziare il 2014 con questa sconfitta – ha detto Totò Di Natale al termine della sconfitta rimediata oggi in casa contro il Verona – , nel primo tempo abbiamo fatto qualcosa in più degli avversari. Mancano i miei gol? Fa piacere che inizino a segnare anche altri calciatori, ho 36 anni e non fa bene nemmeno all’Udinese. Vedremo a giugno. Attaccato ingiustamente in questi mesi? Sono qui da dieci anni e sto bene con la mia famiglia, ma devo pensare anche all’Udinese e ai tifosi che meritano di lasciarsi alle spalle questo periodo. Ho fatto più gol delle cene che ho fatto con mia moglie. Già ho preso la mia decisione, ne ho parlato con il mio procuratore e la mia famiglia. A giugno smetterò di giocare”.

Contrariamente da quanto annunciato dal patron Pozzo dopo la firma del nuovo contratto di Di Natale (“giocherà altri due anni poi sarà dirigente dell’Udinese”), Totò ha deciso che i prossimi cinque mesi saranno gli ultimi da calciatore. Nessuna mancanza di rispetto, semplicemente la consapevolezza di non avere probabilmente le forze fisiche e mentali per sorreggere un altro campionato. Un estremo segno di umiltà, dunque, da parte del capitano dell’Udinese, che nelle intenzioni della società dovrà essere il simbolo al quale dovranno ispirarsi i giovani che giocano nelle formazioni giovanili del club friulano.

Per Di Natale, infatti, è pronto un incarico dirigenziale che lo vedrà al centro di un progetto dedicato principalmente ai giovani. Il bomber campano potrà vantare davanti ad essi ben 10 stagioni di militanza in maglia bianconera con uno score (ad un girone ancora dal termine dell’avventura) di 311 partite 162 reti, oltre che una medaglia d’argento agli Europei del 2012 con la maglia della nazionale italiana. Con l’addio di Di Natale all’Udinese, per il club dei Pozzo si chiuderà ufficialmente un’era.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

calciatori calcio italiano notizie Udinese varie

ultimo aggiornamento: 06-01-2014


Milan – Atalanta 3-0 | Highlights Serie A – Video Gol (doppietta Kakà e Cristante)

Lazio – Inter 1-0 gol di Klose | Risultato finale