Il tecnico Roberto Donadoni parla alla Gazzetta dello Sport, dell’Inter e del Milan in vista del prossimo campionato.

Ecco le parole di Roberto Donadoni alla Gazzetta dello Sport, così si esprime l’allenatore su Inter e Milan in vista della prossima Serie A: “È proprio così, ma questa peculiarità fa parte del dna dei club. L’Inter, nella storia, è sempre stata una squadra molto fisica, molto muscolare, molto potente. Anche ai tempi del Mago Herrera, quando si basava sulla velocità di Mazzola, sulle volate di Facchetti e sui lanci di Suarez. Il Milan, al contrario, privilegia di più la tecnica, la raffinatezza del gioco, il palleggio, il dominio del campo attraverso la manovra. Mi sembra che le squadre di Simone Inzaghi e di Pioli siano figlie di queste idee che arrivano da lontano.

Romelu Lukaku

Aggiunge così: “Sono milanista da sempre, non posso rispondere per un evidente conflitto d’interessi. Sono curioso di vedere come la squadra di Pioli riuscirà a migliorare, e dove. Aspetto la definitiva esplosione di Leao, che ha potenzialità incredibili, e guardo con attenzione Tonali. E dell’Inter seguo Brozovic e voglio capire come sarà l’inserimento di Mkytharyan.” Conclude così.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Inter

ultimo aggiornamento: 03-08-2022


Mandorlini: “L’Inter ha fatto un buon mercato anche senza Bremer e Dybala”

Zenga: “Il modo di giocare dell’Inter”