Nazionale: El Shaarawy negativo al secondo tampone, non ha il coronavirus

Il test sierologico dell’attaccante della Nazionale era già risultato negativo

Falso allarme in casa azzurra. Stephan El Shaarawy è risultato negativo al secondo tampone dopo che il primo aveva evidenziato la sua positività al coronavirus, con bassa carica virale. Il commissario tecnico Roberto Mancini e tutta la squadra possono tirare un sospiro di sollievo.

La notizia della negatività di El Shaarawy, data dalla Federcalcio, è giunta ieri sera dal ritiro della Nazionale a Bergamo, dove è stato eseguito il secondo tampone sul calciatore. Del resto di probabile caso di falsa positività si era parlato subito – lo stesso Mancini non aveva nascosto che la speranza era quella – anche perché dopo il primo tampone El Shaarawy si era sottoposto al test sierologico risultando negativo.

L’azzurro El Shaarawy positivo al coronavirus, scatta il protocollo Covid

13 ottobre 2020 – L’azzurro Stephan El Shaarawy è positivo al Coronavirus. Si tratta del primo giocatore della Nazionale italiana ad aver contratto il Covid-19, dopo i sette casi di positività accertati nell’Under 21 che oggi è scesa in campo contro l’Irlanda, per le qualificazioni all’Europeo, in formazione mista (Under 20-Under 21).

La positività di El Shaarawy è stata comunicata dal medico della Nazionale maggiore, professor Andrea Ferretti. Il tampone ha denotato una bassa carica virale e non è ancora escluso che possa trattarsi di un falso positivo. L’attaccante ha fatto anche il test sierologico che è risultato però negativo.

La notizia che El Shaarawy è positivo al Covid arriva alla vigilia del match di Nations League dell’Italia con l’Olanda. Dopo l’esito del tampone è scattato il protocollo Covid per la Nazionale, tutto il gruppo squadra è stato nuovamente testato.

L’attaccante non era stato schierato nella partita di Nations League con la Polonia dell’11 ottobre scorso, ma aveva giocato l’amichevole con la Moldavia (vinta dagli azzurri per 6-0) il 7 ottobre, realizzando una doppietta e rimediando una botta all’occhio che lo aveva costretto a uscire dal campo.

Ora la Nazionale proseguirà ad allenarsi a Bergamo in forma individuale. “L’allenamento sarà svolto secondo protocollo con distanziamento. Non sarà una tradizionale rifinitura” ha detto in conferenza stampa il professore Andrea Ferretti.

Ultime notizie su Nations League

Tutto su Nations League →