L’olandese rivela di essere stato obbligato dall’allora ds dell’Amburgo di andare alla Juventus, perché la società aveva bisogno di soldi.

L’ex esterno offensivo dell’Olanda e della Juventus, Eljero Elia rivela che nel 2011 non voleva assolutamente andare nella Juventus di Antonio Conte (poi vincitrice del primo scudetto della serie). Infatti l’olandese era innamorato del calcio tedesco, spazi larghi e sguardo rivolto verso la big per eccellenza il Bayern Monaco.

Queste le parole di Elia intervistato da Nando Leaks: “Arnesen mi disse che l’Amburgo aveva bisogno di soldi e che avrei dovuto per forza accettare la Juventus. Mi minacciò aggiungendo che non avrei più giocato se non avessi firmato coi bianconeri. Me ne andai troppo presto dall’Amburgo, io però volevo restare e fare una grande stagione per impressionare il Bayern. Purtroppo il mio trasferimento in Baviera non è mai arrivato e le cose alla Juve non andarono per niente bene”, queste le parole del calciatore attualmente all’Ado Den Haag.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 28-03-2022


Olanda, De Ligt: “Eriksen? ho dovuto ignorare l’istinto di frenarmi”

Benatia: “Rudiger sistemerebbe la difesa della Juventus”