La stagione dell’Empoli non sta decollando, ma ciò non influisce sugli obiettivi iniziali del club toscano per questa stagione

Rispetto all’anno scorso, l’Empoli viaggia a un ritmo inferiore e all’undicesima giornata accusa un ritardo di 4 punti. Poco male, però, per due motivi.

1 – La squadra di Zanetti è comunque in una zona di classifica rassicurante. Dodicesima posizione, un margine di 5 punti sulla terzultima, una certa regolarità di rendimento, capacità di conquistare l’intera posta in occasione di scontri diretti come il recente Empoli-Monza ma anche la più lontana trasferta a Bologna.

2 – Insieme al Lecce, che però sta più giù, l’Empoli è la squadra che ha fatto più pareggi: 5. Un indizio che può portare a una comoda salvezza perché comunque si riesce sempre – o quasi – a muovere la classifica. Dove proprio le cose non vanno è però davanti. I toscani hanno finora prodotto solo 9 reti. Una sterilità davvero preoccupante se rapportata al confronto con l’anno scorso, dove l’Empoli ha chiuso con 50 realizzazioni che l’hanno collocato al dodicesimo posto in Serie A (e in casa con 28 reti, addirittura lo stesso numero del Milan campione d’italia!). A parte Bandinelli a 2 gol, nessuno è riuscito a fare il bis. Urge una correzione di rotta: Destro e Lammers, che fate?

L’articolo Empoli, Destro e Lammers: che fate? proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 26-10-2022


Courtois Real Madrid: «Non siamo entrati in partita»

Fiorentina, Italiano: «Dobbiamo battere il Basaksehir. Nico Gonzalez? Per domani non è a disposizione»