Euro 2020, Francia: buona la prima

La Francia vince la sfida dei campioni. La Germania si arrende, tre punti fondamentali per i blues in chiave qualificazione.

La Francia vince la sfida dei campioni. La Germania si arrende, tre punti fondamentali per i blues in chiave qualificazione.

Una partita all’insegna dello spettacolo. Un attivista di Greenpeace con tanto di paracude giallo, sceglie come approdo lo stadio Allianz Arena di Monaco di Baviera, una volta atterrato non mostra resistenza e viene portato fuori dal campo. Il piatto forte di questa prima fase dell’Europeo è servito, nel segno della stravaganza, per una serata dove nulla è nella norma.

La Francia passa in vantaggio grazie ad una sfortunata autorete di Hummels. Prestazione superiore dei Bleus che gestiscono e sfruttano meglio le situazioni nel primo tempo. Moto d’orgoglio tedesco nel secondo tempo. I teutonici dominano la seconda metà della partita cercando il pareggio assediando l’area francese. Sono ben due i gol annullati per i blues che tengono viva la partita fino all’ultimo minuto. Un sensazionale gol del talentoso Mbappè, che di fronte a tre giocatori tedeschi con una palla a giro infila sul secondo palo un gol d’oro. Il secondo gol annullato, invece, parte da una perfetta di Pogba, che invita alla corsa Mbappè. In area l’attaccante del PSG serve Benzema sul secondo palo. Il Gato deve solo spingere la palla in area, ancora una volta la bandierina del guardalinee si alza: secondo gol annullato.

Germania all’arrembaggio per tutto il secondo tempo, ma la buona volontà a volte non basta. La Francia difende bene e porta a casa il risultato. Una partita a due volti: un primo tempo dove la Francia costruisce e convince, secondo tempo invece affidato agli alemanni che fanno di tutto per recuperare il risultato.

Finisce così il primo big match di Euro 2020, una potenziale finale che ha dato spettacolo di grande calcio. La qualità sopraffina dell’attacco francese contro la classe operaia dai piedi buoni tedesca. L’autogol ha rotto un equilibrio quasi perfetto tra le due squadre, probabilmente, le più forti d’Europa.

Entrambe le squadre ora dovranno affrontare un Portogallo non facile da battere. Come da copione i fuochi d’artificio sono garantiti nel Girone F. I giochi sono ancora aperti e la parola d’ordine è una sola: lunga vita al calcio!

LA PARTITA

Inizia meglio la Germania che per i primi 15′ minuti domina la partita, gestendo il possesso palla e rendendosi pericolosa con fraseggi continui. Improvvisa fiammata francese. 16′ minuto, protagonista Mbappè, il talento del PSG calcia dall’aerea piccola costringendo Neuer ad un’acrobazia che respinge il pallone in corner. Germania sfortunata, 20′ minuto autorete di Mats Hummel che tentando di deviare il cross teso di Hernandez impatta malamente il pallone beffando così Neur che non può nulla. Reazione d’orgoglio tedesca, che risponde subito. Bel cross di Gosens che serve Müller, che però spedisce il pallone oltre il secondo palo. Partita dai ritmi molto alti attacco da un fronte all’altro. Occasione per la Francia al 35′: Mbappè salta Hummel e vola versa l’area piccola, un grande recupero del difensore tedesco nega il tentativo dell’attaccante francese. 45′ minuto giocata di classe di Pogba, che stoppa di petto e si gira divinamente. Gosens raddoppia al momento del cross e spedisce la palla in rimessa laterale.

Primo tempo equilibrato, la Germania più convincente nella prima parte ma la Francia prende fiducia dopo il vantaggio fortuito.

Inizio del secondo tempo con la fiammata del talentoso Mbappè. Al 47′ vola solo sulla fascia sinistra fino all’area tedesca, Hummel copre bene la posizione e disturba l’azione. Nitida occasione per la Francia: 51′ minuto, Rabiot servito sul lato sinistro dell’arerea lascia partire un siluro che si stampa sul palo di Neuer. La Germania risponde, un passo dal pareggio, 53′ cross perfetto di Gosens, Gnabry colpisce di destro al volo, sopra la traversa di poco. La Francia sbaglia gli appoggi in uscita dalla propria area, la Germania recupera troppo facilmente il pallone e si fa sempre più pericolosa. I tedeschi continuano a dominare la partita senza arrivare a conclusioni pericolose. 65′ minuto, lancio sulla sponda opposta per Mbappè, che rientra di fronte a tre difensori tedeschi, tiro ad effetto sul secondo palo è gol. Si alza la bandierina: fuorigioco. Dopo lo sprizzata francese, la Germania torna in pieno controllo del match. Prestazione incredibile di Mbappè che con le sue ripartenza fa tremare la difesa tedesca, ancora pericoloso al 76′ minuto, fermato sul più bello in area. Francia in continua difficoltà, la Germania tiene il pallino del gioco. 84′ minuto, contropiede fulminante della Francia, Pogba scodella una palla perfetta sulla destra per Mbappè, che serve magistralmente Benzema sul secondo palo. All’attaccante del Real Madrid non resta che spingere il pallone in rete ed è gol. Posizione sospetta di Mbappè, il VAR annulla la rete. La Germania chiude in attacco ma la Francia resta compatta e argina ogni problema. Finisce così la partita, decisa da un episodio sfortunato, i blues portano a casa tre punti d’oro.

GIRONE E – LA CLASSIFICA

  1. PORTOGALLO                          3pt
  2. FRANCIA                                    3pt
  3. GERMANIA                               0pt
  4. UNGHERIA                               0pt

GIRONE E – PROSSIMO TURNO

Sabato 19 giugno, Budapest, ore 15.00, Ungheria-Francia

Sabato 19 giugno, Monaco, ore 18.00, Portogallo-Germania

IL TABELLINO:

RETE: pt 20′ Hummels aut.

FRANCIA (4-3-3): Lloris; Pavard, Varane, Kimpembe, Hernandez; Pogba, Kanté, Rabiot (93′ Dembelé); Mbappé, Benzema (88′ Tolisso), Griezmann. A disp.: Mandanda, Maignan, Lenglet, Lemar, Giroud, Zouma, Digne, Coman, Ben Yedder, Koundé. Ct: Deschamps.

GERMANIA (3-4-3): Neuer; Ginter (88′ Emre Can), Hummels, Rüdiger; Kimmich, Kroos, Gündogan, Gosens (88′ Volland); Müller, Gnabry (72′ Werner), Havertz (72′ Sané). A disp.: Leno, Trapp, Halstenberg, Sule, Klostermann, Neuhaus,, Koch, Gunter. Ct: Low.

AMMONITO: Kimmich