Euro 2020, la Spagna vola in semifinale

Svizzera e Spagna aprono le danze dei quarti di finale di Euro 2020, la roulette dei rigori piega gli elvetici dopo un’ottima partita.

Svizzera e Spagna aprono le danze dei quarti di finale di Euro 2020, la roulette dei rigori piega gli elvetici dopo un’ottima partita.

La Roja trova il vantaggio alla prima occasione del match con un tiro al limite dell’area di Jordi Alba. Pallone avvelenato dalla deviazione decisiva di Zakaria che spiazza Sommer. Autogol assegnato al centrocampista del Borussia M’gladbach. Primo tempo a bassa intensità privo di vere occasioni da rete. Possessi palla sterile degli spagnoli e Svizzera ben chiusa che concede poco.

Gli elvetici gestiscono bene le pressioni e l’inferiorità tecnica della partita, provando qualche conclusione e lasciando fino all’ultimo la partita in bilico. La formazione di Petkovic difficilmente muore e per l’ennesima volta in questo Europeo riprende la partita per i capelli. Al 23′ minuto della ripresa grazie ad un clamoroso errore di Laporte, intento a liberare l’area sbatte la palla contro Pau Torres. Freuler freddamente serve un cioccolatino a Shaqiri, il quale con un tiro letale supera Unai Simon. La gara della Svizzera viene inevitabilmente compromessa dall’espulsione di Freuler. A poco più di dieci minuti dalla fine, l’atalantino interviene duramente su Gerard Moreno e l’arbitro inglese Oliver senza esitazione estrae il rosso. La Svizzera accusa il colpo ma continua a chiudersi bene, non bastano i 90 minuto regolamentari, gli elvetici trascinano la partita, ancora una volta ai supplementari.

Le furie rosse si infiammano nei tempi supplementari, creando più occasioni nei 30′ minuti aggiuntivi rispetto ai 90′ minuti regolamentari. La Spagna ci prova con le unghie e con i denti scontrandosi contro la roccaforte elvetica che non cede un centimetro. La partita va ai rigori.

Una grande Svizzera, dopo aver eliminato la Francia campione del mondo, mette in difficoltà anche gli spagnoli, cedendo solo alla roulette dei calci di rigore. Deteterminanti i numerosi errori ai calci di rigore. Il match-point passa dai piedi di Oyarzabal. Gli spagnoli affronteranno la vincitrice di Belgio-Italia.

LA PARTITA

8′ minuto, si sblocca la partita! Su calcio d’angolo a uscire di Koke, Laporte manca la palla. Jordi Alba raccoglie il pallone appena fuori dall’area di rigore e ci prova con il mancino. Deviazione decisiva di Zakaria e il pallone è in rete. Premiato il coraggio dell’esterno del Barcellona. La Spagna mantiene il pallino del gioco e cerca di bucare le retrovie elvetiche. Buona punizione al 17′ minuto Koke ci prova da buona posizione, palla a giro, alta di poco. Grande pressing della Svizzera, al 20′ minuto Embolo si fa male appoggiando la gamba, probabilmente un problema al ginocchio. Costretto a lasciare il campo per Vargas. 24′ minuto, ancora la Spagna pericolosa da calcio di punizione. Azpilicueta ci prova di testa ma il tiro è centrale e Sommer blocca senza difficoltà.

Il secondo tempo inizia con gli stessi ritmi del primo. Spagna che mantiene a lungo il pallone in un possesso palla sterile non riuscendo a penetrare facilmente le retrovie elvetiche. La prima vera occasione arriva al 56′ minuto della ripresa. Su calcio d’angolo per la Svizzera, alla battuta Rodriguez che mette un pallone al bacio sulla testa di Zakaria. Incornata verso l’angolino basso della porta e palla di poco lontana, Unai Simon la può solo soffiare. Non si fa attendere la risposta spagnola. 58′ minuto palla velenosa per Ferran Torres che stoppa di pettoo e calcia di destro, provvidenziale l’intervento di Seferovic che smorza il tiro e tiene al sicuro la porta svizzera. Squillo della Svizzera al 63′ minuto . Vargas infila un pallone filtrante a beneficio di Zuber. Unai Simon nega con un ottimo riflesso la gioia all’attaccante dell’Eintracht. Una carambola beffarda per la Spagna. La Svizzera pareggia al 68′ minuto della ripresa, simbolo di una squadra che non molla mai. I due centrali spagnoli sfortunati perdono il pallone a causa di un rimpallo, la sfera finisce sui piedi di Freuler che lucidamente serve un cioccolatino per Shaqiri che non lascia scampo alla Spagna e pareggia. 76′ minuto Freuler lascia la Svizzera in 10. Duro intervento su Gerard Moreno, cartellino rosso sbiadito, forse troppo severo Oliver in questa occasione. Non bastano i 90′ minuti regolamentari, partita bloccata sul pareggio, si va ai supplementari.

La Roja inizia i tempi supplementari con il turbo, forte dell’uomo in più. Al 101′ minuto Rodriguez si fa prendere il tempo da un ottimo Oyarzabal e serve Gerard Moreno che calcia al volo un rigore in movimento. Sommer devia di faccia in calcio d’angolo. Oyarzabal prova la conclusione dal limite, al 104′ minuto cerca il gol con una grande botta. Il portiere del Borussia Mönchengladbach risponde ancora una volta in maniera eccellente. Svizzera che resiste ancora, Spagna che fa la partita.

La Spagna insiste nel secondo tempo supplementare. 11o’ minuto una ghiotta occasione per Llorente. Servito dalla sinistra con un passaggio rasoterra. Tiro di sinistro deviato da Rodriguez. Ancora pericolosa la Rosa in un’azione corale, Jordi Alba, al 111′ minuto, cerca e trova Dani Olmo che calcia bene non riuscendo a trovare l’angolo vincente. Assedio iberico. Dopo l’ennesimo bel tiro del numero 19 spagnolo nasce da calcio d’angolo un’altra occasione per gli spagnoli. Busquets taglia bene sul primo palo e colpisce di testa. Sommer para ancora. La Spagna ci prova con le unghie e con i denti scontrandosi contro la roccaforte elvetica che non cede un centimetro. La partita va ai rigori.

La Svizzera sbaglia troppo nel momento decisivo. Il matchpoint passa per i piedi di Oyarzabal che trascina le furie rosse in semifinale.

IL TABELLINO: SVIZZERA-SPAGNA 1-1

MARCATORI: 8′ Jordi Alba (Spa); 68′ Shaqiri (Svi)

SVIZZERA (3-4-2-1): Sommer; Elvedi, Akanji, Rodriguez; Widmer (100′ Mbabu), Freuler, Zakaria (100′ Schar), Zuber (90’+2 Fassnacht); Shaqiri (81′ Sow), Embolo (23′ Ruben Vargas); Seferovic (81′ Gavranovic). A disp.: Mvogo, Kobel, Benito, Fernandes, Comert, Lotomba. Ct. Petkovic

SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Azpilicueta, Pau Torres (113′ Thiago Alcantara), Laporte, Jordi Alba; Koke (90’+1 Marcos Llorente), Busquets, Pedri (119′ Rodri); Ferran Torres (91′ Oyarzabal), Morata (54′ Gerard Moreno), Sarabia (46′ Dani Olmo). A disp.: De Gea, Sanchez, D. Llorente, Garcia, Gaya, Traoré. Ct. Luis Enrique

ARBITRO: Olive (ING)

NOTE: AMMONITI: Widmer (Svi); Laporte (Spa). ESPULSI: 77′ Freuler (Svi) per rosso diretto.

CALCI DI RIGORE SVIZZERA-SPAGNA 3-1

Bosquets (Spa) PALO; Gavranovic (Svi) GOL

Dani Olmo (Spa) GOL; Schar (Svi) PARATO

Pedri (Spa) PARATO; Akanji (Svi) PARATO

Gerard Moreno (Spa) GOL; Vargas (Svi) ALTO

Oyarzabal (Spa) GOL;