Euro2020, Turchia-Italia 0-3: TRI(S)-COLORE AZZURRO

La selezione azzurra comincia il suo Europeo nel migliore dei modi travolgendo la Turchia all’Olimpico grazie a tre gol nella ripresa.

All’Olimpico la serata regala fin da subito emozioni uniche e forti, rivissute dopo tanto tempo grazie alla presenza dei tifosi sugli spalti e ad un’emozionante cerimonia di inaugurazione degli Europei 2020 con l’esibizione di “Nessun Dorma” eseguita da Bocelli. A distanza di un anno, parte Euro2020 e per l’Italia di Mancini è un inizio col botto. La selezione azzurra travolge e si impone nettamente su una Turchia non pervenuta, grazie ad un gioco spumeggiante ed una qualità nel palleggio notevole. Dopo un primo tempo in cui la pressione nel giocare la gara inaugurale del torneo si è fatta sentire, specie nelle scelte degli ultimi sedici metri, nella ripresa gli azzurri hanno continuano a spingere e premere sull’acceleratore sbloccando la gara grazie all’autogol dello juventino Demiral. I gol di Immobile e Insigne hanno permesso agli azzurri di chiudere la gara sul risultato di 0-3. Partita sbloccata da una bella giocata di Berardi che, assieme a Spinazzola, è stato autore di una prestazione con la P maiuscola. I due hanno rappresentato le ali azzurre che tanto male hanno fatto alla difesa turca. Entrambi scelte vincenti di Mancini che, nel corso della partita, non sbaglia nulla, azzeccando anche il cambio nell’intervallo facendo entrare Di Lorenzo al posto di un impreciso Florenzi. L’Italia vince e convince: dà spettacolo con giocate di qualità anche nei singoli. La selezione azzurra è ben messa in campo, ha le idee chiare e gioca a memoria. Gli undici in campo si cercano e si trovano. E nella serata perfetta dell’Olimpico c’è spazio per l’ennesimo cleansheet di Donnarumma in azzurro. Tre gol per tre punti, i primi, per iniziare al meglio un girone che ci vedrà affrontare nella seconda giornata, mercoledì 16 alle 21:00, la Svizzera, impegnata domani contro il Galles. Dopo l’ancora cocente delusione mondiale è giusto che il popolo e la nazionale azzurra si godano questo successo consapevoli che l’Italia è solo all’inizio di un percorso (e di un torneo) e che la squadra ha, ancora, ampi margini di miglioramento.
Chi ben comincia…

LA PARTITA

Spinti dal caloroso pubblico dell’Olimpico, gli azzurri partono subito forte e dopo appena 120 secondi Immobile ha gia la sua prima occasione. Berardi riesce a tenere in campo il pallone servendo al centro dell’area l’attaccante azzurro che gira di prima intenzione trovando, però, solo l’esterno della rete. Al 17′ prima vera grande occasione per l’Italia: splendido uno due sulla tre quarti tra Insigne e Berardi che suggerisce proprio per il dieci azzurro in area di rigore. Ma il destro a giro di Insigne termina a lato dalla porta turca. Al 21′ Italia vicinissima al gol del vantaggio. Dagli sviluppi di un calcio, Chiellini si libera della marcatura di Demiral e stacca di testa ma un prodigioso intervento di Çakir devia il pallone sopra la traversa ed evita la gioia personale al capitano azzurro.
C’è solo una squadra in campo: Berardi taglia il campo e dalla sinistra mette in mezzo un traversone per Immobile che, in arretramento, colpisce di testa ma il pallone termina sul fondo. Dopo un lungo possesso palla azzurro, Immobile riceve il pallone spalle alla porta e, dopo essersi girato, lascia partire una conclusione prontamente bloccata da Çakir. Pochi minuti prima della fine della prima frazione di gioco l’Italia recrimina per un fallo di mano, piuttosto evidente, in area di rigore turca. Le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di parità.

La ripresa inizia con un cambio da entrambe le parti. Di Lorenzo prende il posto di Florenzi, mentre Under subentra per Yazici. Gli azzurri partono con lo stesso piglio del primo tempo e al 52′ trovano il meritato vantaggio grazie ad goffo autogol di Demiral. Berardi va via facilmente sulla destra e mette in mezzo un cross teso che il centrale turco devia nella propria porta.
La selezione di Mancini non rallenta i ritmi e va alla ricerca del raddoppio. Gli azzurri vanno vicini al gol prima con Insigne e qualche minuto più tardi con una conclusione dalla distanza di Locatelli, ma entrambi i tentativi terminano a lato dopo la deviazione di Çakir.
L’Italia consolida la qualità dell’ottimo possesso palla trovando il meritato gol del raddoppio con Immobile. Barella si libera in mezzo al campo di tre giocatori avversari e fa partire la ripartenza azzurra: dalla destra Berardi trova dalla parte opposta Spinazzola che calcia verso la porta. Çakir respinge corto centralmente e Immobile è bravo e lesto nel spingere a rete il pallone. A dieci dal novantesimo l’Italia trova il tris con una splendida azione in ripartenza: Immobile serve l’accorrente Insigne che, a giro, insacca il pallone nell’angolino basso. É pura estasi azzurra: l’Italia vince e convince. Nel finale, in pieno recupero c’è anche spazio per un prezioso recupero difensivo di Chiellini che con un intervento in scivolata in area di rigore devia in angolo il tiro a botta sicura di Yilmaz, permettendo a Donnarumma di chiudere la partita d’esordio con un cleansheet. L’Italia vince e conquista i primi tre punti di questo Euro2020.

IL TABELLINO: TURCHIA-ITALIA 0-3

Marcatori: 53′ aut. Demiral (I), 66′ Immobile (I), 79′ Insigne(I).

TURCHIA (4-1-4-1): Çakir; Celik, Söyüncü, Demiral, Meras; Yokuslu(64′ Kahveci); Karaman(76′ Dervisoglu), Yazici(46′ Under), Tufan(64′ Ayhan), Calhanoglu; Yilmaz.
A disposizione: Antalyali, Ayhan, Bayindir, Dervisoglu, Gunok, Kabak, Kahveci, Kokcu, Muldur, Tokoz, Unal, Under.
CT: Gunes.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi(46′ Di Lorenzo), Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli(73′ Cristante); Berardi(85′ Bernardeschi), Immobile(80′ Belotti), Insigne(80′ Chiesa).
A disposizione: Sirigu, Meret, Di Lorenzo, Acerbi, Bastoni, Emerson, Cristante, Castrovilli, Pessina, Chiesa, Bernardeschi, Raspadori, Belotti.
CT: Mancini.

Ammoniti:  87′ Söyüncü (T), 89′ Dervisoglu (T)

Arbitro:  Makkelie (NED)

I Video di Calcioblog