Europa League, la Roma dura un tempo: vince lo United 6-2

Dopo una gran primo tempo chiuso in vantaggio con i gol di Pellegrini e Dzeko, i giallorossi crollano incredibilmente nella ripresa

Un gran primo tempo non è bastato. La Roma esce con l’amaro in bocca e con le ossa rotte dall’Old Trafford. Non solo per la sconfitta, ma anche perché ha perso tre uomini per infortunio nei primi 37′. Trionfa il Manchester United per 6-2, dopo essere andato sotto nel primo tempo. Red Devils trascinati dalle doppiette di Bruno Fernandes e Cavani e dai due gol di Pogba e Greenwood. Di Pellegrini su rigore e Dzeko le due marcature giallorosse.

LA PARTITA

Che non sarà una serata facile per la Roma, lo si vede dai primi minuti di partita. Al 3′ Veretout prova un allungo ma si ferma per un problema muscolare. Costretto ad uscire, entra al suo posto Villar. A questo si aggiunge il vantaggio dello United al 9′. Serpentina di Pogba, che aggira il traffico sulla trequarti campo della Roma e appoggia centralmente per Cavani. Perfetta la sponda del Matador, che pesca alla grande Bruno Fernandes: il portoghese sbuca alle spalle di Cristante e batte Pau López con un pregevole tocco sotto.

Nonostante le difficoltà, i giallorossi reagiscono e mettono alle strette gli inglesi. Al 15′ Karsdorp si conquista un calcio di rigore per un fallo di mano di Pogba. Dal dischetto Pellegrini non sbaglia. Al 25′ l’ex Juventus impegna Pau Lopez, ma nella parata il portiere spagnolo si infortuna ad una spalla e deve abbandonare la gara. Secondo cambio effettuato da Fonseca, entra Mirante. La Roma non si ferma, continua a giocare e passa in vantaggio: Spinazzola imbuca per Mkhitaryan, che pesca subito il corridoio per Pellegrini. Il numero 7 sorprende alle spalle la difesa dello United e offre al centro per Dzeko, che sbuca tra Maguire e Shaw e deposita il più semplice dei tap-in. Prima della fine del primo tempo, siamo al 37′ problema muscolare anche per Leonardo Spinazzola: terzo cambio giallorosso, dentro Bruno Peres. Fonseca non ha più sostituzioni a disposizione.

Nella ripresa lo United parte a mille e dopo 3′ pareggia con Cavani. Ricambia l’assist Bruno Fernandes, tra i migliori nei suoi. L’uruguaiano l’ex Napoli si ripete e segna il gol del sorpasso da due passi. Al 71′ l’arbitro Carlos del Cerro Grande concede un rigore dubbio per un presunto fallo di Smalling su Cavani. Bruno Fernandes è glaciale dagli undici metri. La Roma non c’è più e subisce altri due gol: Pogba di testa e Greenwood in contropiede. Alla Roma servirà un’impresa titanica per conquistare la finale, dovrà vincere 4-0.

I Video di Calcioblog