vivoazzurro.it, il sito ufficiale dei tifosi della Nazionale di Calcio, ha decretato il vincitore del “Pallone Azzurro” per il 2013. Erano nove i calciatori in lizza (tutti quelli eletti sul web a “Man of the Match” nelle gare disputate dall’Italia durante lo scorso anno) e il capitano della Nazionale, Gianluigi Buffon, si è aggiudicato il primo posto con quasi 4000 voti e con il 35% delle preferenze. Il portiere juventino Campione d’Italia con la Juventus, nonostante un anno solare caratterizzato da qualche prestazione non del tutto convincente, ha preceduto di misura il suo compagno di club Andrea Pirlo (30%, 3390 voti) e il milanista Mario Balotelli, croce e delizia di club e Nazionale (17%, 1962 voti).

Pallone Azzurro 2013 | La classifica finale

Gianluigi Buffon 35%
Andrea Pirlo 30%
Mario Balotelli 17%
Daniele De Rossi 9%
Emanuele Giaccherini 4%
Antonio Candreva 2%
Lorenzo Insigne 2%
Giorgio Chiellini 1%
Pablo Osvaldo 0%

Al quarto posto si è piazzato Daniele De Rossi con il 9% delle preferenze e a seguire Emanuele Giaccherini con il 4% dei voti. Poi Antonio Candreva e Lorenzo Insigne, entrambi al 2%, quindi Giorgio Chiellini e Pablo Daniel Osvaldo a chiudere la graduatoria. Buffon ha superato Pirlo proprio negli ultimi giorni utili per esprimere la preferenza nel sondaggio ed ha ringraziato tutti i tifosi che lo hanno votato: “Grazie a tutti coloro che mi hanno votato per il Pallone Azzurro 2013!!!“, si legge sul suo profilo ufficiale di Facebook. L’estremo difensore compirà 36 anni il prossimo 28 gennaio e per il 2014 si augura altre soddisfazioni:

“Caro 2014, tuo fratello 2013 è stato un anno speciale. Mi auguro che anche tu possa rendermi felice e orgoglioso. Ti chiedo di regalare ai miei cari e a me la salute e la voglia di crescere con dei sani principi. Mi aspetto che da un punto di vista politico, da intendersi come la res publica dei latini nella sua accezione più alta e pura, tutti noi sapremo fare qualcosa in più per il nostro Paese affinché esso possa tornare a guardare con serenità al futuro. Da un punto di vista professionale con la Juventus lotteremo fino alla fine su tre fronti e tra giugno e luglio concentrati per favore sul colore azzurro e sul Brasile. Noi daremo il massimo, convinti che anche tu farai la tua parte. Buon lavoro”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


I conti della Serie A: Napoli, Fiorentina e Lazio i club più virtuosi

Indiscrezione dalla Francia: Pallone d’Oro a Cristiano Ronaldo