Il presidente della FIGC Gabriele Gravina sottolinea l’importanza della qualificazione della nazionale italiana al prossimo mondiale per tutto il movimento calcistico ai microfoni di Dribbling su Rai 2. Per questo scopo sarebbe anche favorevole ad uno stop anticipato del campionato. “È una nostra esigenza, la mia risposta per lo stop del campionato è sì, ma questo sì deve essere calato nella realtà, ben consci che un calendario così intasato impedisce altre valutazioni, dato che ci sono anche partite da recuperare“.

Qualificazioni Mondiali 2022, Italia-Irlanda del Nord. La fotogallery del 25 marzo 2021

 

Mi auguro che fino a quella data si possano trovare soluzioni alternative e che si possa mettere la nazionale nelle condizioni di poter testare la squadra per qualche giorno in più. Non sono preoccupato, sono sereno come è sereno Roberto Mancini e tutto il nostro ambiente. Sappiamo, e questo ci aiuta moltissimo, e siamo coscienti delle difficoltà che dovremo affrontare. Dobbiamo superare l’amarezza dell’aver buttato alle ortiche le due occasioni avute con la Svizzera. Quegli errori sono il passato. Dobbiamo affrontare due partite importanti e le dobbiamo giocare con lo stesso spirito, la stessa determinazione, ma soprattutto con la stessa umitlà con cui abbiamo affrontato tutto il triennio in cui, oggi lo si dimentica spesso, abbiamo battuto tanti record“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 30-01-2022


Giaccherini: “Non avrei convocato Balotelli”

Lombardo: “Balotelli è in forma, vorremmo i giocatori prima dei playoff”