Lunga intervista ad Achraf Hakimi che ha parlato della sua giovane carriera alla vigilia di PSG-Real Madrid, sfida per lui particolare.

Marca ha intervistato l’esterno destro Achraf Hakimi che domani affronterà la sua ex squadra in Champions League. “Al Real Madrid mancavo un po’ di maturità e non avevano fiducia in me. E’ normale quando arrivi dal Castilla e sei giovane. Ma poi sono partito per Dortmund, in prestito, e ho fatto due grandi stagioni, sono tornato, ma il Real continuava a non scommettere su di me. Sono partito per l’Inter, c’era anche un’opzione di acquisto dal Madrid, ma non l’hanno eseguita, quindi penso che non volessero investire su di me quanto altri club. E sono felice ora”.

Champions League
Champions League

E’ una bella partita da giocare, è una squadra che ho nel cuore per tutto quello che mi ha dato e perché mi ha portato a essere l’uomo e il giocatore che sono. Ho imparato molto a Madrid. Ci prepareremo bene per l’incontro. Ho giocato in diversi campionati, tutti di grande livello, ma mi è sempre piaciuta la pressione. È vero che ora abbiamo grandi giocatori e le aspettative sono tante, ma io cerco di vivere con calma giorno per giorno. A Parigi mi sento molto a mio agio, come a casa”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 14-02-2022


Pau Lopez: “Ero infelice a Roma, a Marsiglia ho ritrovato entusiasmo”

Donnarumma: “Convintissimo della scelta di venire a Parigi, stare con Mbappe, Messi e Neymar spinge a dare il massimo”