Il curioso retroscena dietro il passaggio di Zlatan Ibrahimovic al Milan. La regia di Raiola e il suo futuro.

Zlatan Ibrahimovic si confessa durante la trasmissione “Mi Casa” in onda su Radio 105: “Nella mia carriera non ho avuto tanti stop. Negli ultimi anni, invece, mi sono fermato spesso, anche con un infortunio grave. Ma è Ibra che decide quando smettere. Tanti continuano a darmi del finito, ma mi caricano. Questo campionato mi sembra equilibrato: chi è più forte da febbraio-marzo, vincerà. Anche perché ora iniziano le partite europee per le altre.

Se dovessi vincere con questa squadra mi darebbe più soddisfazione di dieci anni fa. Non dovevo tornare in Europe. Sono andato in America perché venivo da un infortunio grave ed è andata benissimo. Raiola mi ha manipolato (ride, ndr) e mi ha convinto a venire al Milan, ma non era programmato. In Europa era tutto fermo, serviva il terremoto di Zlatan. Quanto andrò avanti non lo so, ma cerco sempre di andare oltre al limite“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

slider

ultimo aggiornamento: 19-02-2022


Barcellona, de Jong: “Che shock l’addio di Messi, non ci credevo. Ci manca sempre”

Milan, doppio affare con Mendes: Leao e Renato Sanches