Il commissario tecnico dell’Italia Roberto Mancini elogia Stefano Pioli ed analizza i temi del prossimo campionato.

Roberto Mancini in un’intervista a il Giornale descrive la sua figura ideale di allenatore. “Il prossimo campionato sarà un torneo anomalo. Mai visto sospenderlo per due mesi. Non sarà semplice. Quando ho debuttato io, nel 1981, fecero giocare in Italia un Mundialito club e la serie A non giocò solo per venti giorni. Qui le squadre si fermeranno pur continuando a lavorare”.

Stefano Pioli

Sarà tutto più difficile. L’allenatore ideale è un mix fra Eriksson e Boskov perché sono all’opposto: tra aspetto caratteriale e tattico, e nel saper giocare con qualunque modulo e tipo di calciatore. Oggi direi Pioli, mi sembra appunto quel mix. Poi bisogna conoscere bene la persona. Ma anche Simone Inzaghi è bravo e Allegri ha esperienza. Ma in genere i tecnici italiani sono bravi. La Juve si è rinforzata tantissimo, l’Inter è sempre forte e il Milan sta migliorando. E non è vero che vincono solo le più forti: questa è la bellezza della Champions che, fra l’altro, diventa vera da marzo. Anche se non sei favorito puoi farcela. Le squadre italiane devono crederci sempre. Vorrei rivedere una finale di Champions League tutta italiana, direi Juve-Inter, oppure Milan-Napoli“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 05-08-2022


Allegri: “Fatto un ottimo mercato ma la società resta vigile”

Serena: “Sarà un’annata complicata per i preparatori atletici”