Giuseppe Marotta

L’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta si sbilancia definitivamente sul contratto del capitano e manda un messaggio anche al tecnico.

Beppe Marotta ha parlato alla Gazzetta dello Sport dell’Inter e della nazionale italiana. “Barella è uno dei più forti centrocampisti al mondo perché ha la grande umiltà tipica del gregario, ma anche il talento del campione. È un centrocampista moderno, concreto che ha grande agonismo e dà tutto per la squadra. Mediano metodista Ha le qualità per fare anche questo ruolo perché ha visione di gioco e lancio. E’ eclettico e agonisticamente non concede niente agli avversari”.

Nicolò Barella
Nicolò Barella

Gli interisti in nazionale

C’è molta soddisfazione da parte mia vedendo le prove dei nostri giocatori. Ciò dimostra che come club abbiamo svolto un buon lavoro e che abbiamo costruito uno zoccolo duro di italiani che senza dubbio aiutano a ottenere risultati importanti. E’ un’Inter… Nazionale, una definizione che mi piace. Il merito è di questi ragazzi che lavorano bene durante l’anno e che hanno grande attaccamento alla nostra maglia e a quella azzurra. Dopo la partita ho fatto i complimenti a tutti sottolineando che sono un orgoglio per l’Inter che è la società italiana con più convocati a questo Europeo. Ieri sera per esempio di fronte avevamo anche Asllani che è un nostro tesserato… Per un dirigente è una soddisfazione”.

Sui rinnovi di Inzaghi e Lautaro

Il rinnovo di Lautaro? E’ già virtualmente fatto. Manca solo da raccogliere la firma e non è semplice perché lui è dall’altra parte del mondo a disputare la Coppa America, ma è tutto a posto. Inzaghi? Troveremo un accordo anche con lui allungando fino al 2026 l’attuale intesa che scade nel 2025″. Si vocifera che la richiesta dell’entourage del tecnico sia un rinnovo fino al 2027.

L’articolo Marotta: “Ecco perché Barella è uno dei più forti del mondo” poi l’annuncio sul rinnovo di Lautaro proviene da Notizie Inter.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 16-06-2024


Sommer: “L’atmosfera di San Siro mi ha lasciato senza fiato, qui si aspettano che la squadra sia sempre al top, al top”

L’Inter vuole replicare il colpo Bisseck: ecco il nuovo obiettivo