L’ad sport dell’Inter spiega le ragioni del momento di flessione dei nerazzurri.

Beppe Marotta ha parlato a Sky Sport del momento dell’Inter. “Abbiamo viaggiato con un ruolino di marcia più che straordinario per un certo periodo, era fisiologico che ci fosse un calo. Però questo calo l’hanno avuto anche le nostre rivali, dobbiamo superarlo con meno danni possibile. Questo è il periodo più duro del campionato italiano. La squadra sta bene, l’aspetto psico-fisico è abbastanza rilevante”.

Curva Nord Inter

I nerazzurri sono apparsi stanchi nelle ultime gare. “Quella di oggi sembra una gara facile ma non lo è, serve la stessa determinazione di quando si affronta una grande squadra. Fino ad oggi la stagione è senz’altro positiva, abbiamo fatto un gran ricambio e nonostante tutto quello successo la scorsa estate grazie alla continuità data dall’avvicendamento Inzaghi-Conte siamo rimasti competitivi. Vogliamo lottare per lo Scudetto e non dobbiamo aver paura di dire che vogliamo vincerlo. Guardiamo in casa nostra e non a chi è andato via; non possiamo dimenticare chi ci ha aiutato a vincere, dispiace che magari le cose adesso per loro non vadano bene ma ci auguriamo che migliorinoSono contento per Eriksen, ha sofferto molto. Lo abbiamo avuto con noi dopo l’episodio che ha subito. L’autorizzazione della Premier gli permetterà di fare il suo lavoro e tornare in un ambiente che si è visto togliere bruscamente. Anche da parte dell’Inter ci saranno gli auguri per una carriera con tante soddisfazioni”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 25-02-2022


Veron salva Lautaro: “È fantastico, gli basta un gol per sbloccarsi”

Sabatini chiarisce: “L’Inter è stato un sogno per me. Non me la sono goduta per un motivo”