Vincenzo Montella

Vincenzo Montella, dopo la conquista del pass per i quarti degli Europei, ha ricordato con emozione il successo ottenuto in Supercoppa col Milan.

Gli anni passano, ma non le vittorie. Quelle restano scolpite nella memoria dei tifosi e negli interpreti che sul campo hanno raggiunto tali obiettivi. E’ il caso di Vincenzo Montella che ha allenato il Milan dal 2016 al 2017 ha allenato i rossoneri, conquistando a Doha contro la Juventus la Supercoppa Italiana. Era un Milan diverso da quello di oggi, con più problemi e incertezze societarie ma che, grazie a quella vittoria, ebbe una notte di giubilo in ricordo dei fasti che hanno accompagnato questi colori nella storia. Il tecnico italiano, fresco vincitore con la Turchia della sfida contro l’Austria agli ottavi degli Europei, ha ricordato quella notte non nascondendo l’emozione.

La notte di Doha

Vincenzo Montella ha sottolineato in merito alla note di Doha che “una vittoria non ne cancella un’altra. Se guardo al passato, alzare una coppa con il Milan da allenatore è stato meraviglioso perché non molti allenatori lo possono vantare nella loro carriera“. Era il dicembre 2016 quando nella finale di Supercoppa Italiana di Doha (Qatar) si affrontarono Milan e Juventus. I rossoneri, pur partendo da sfavoriti, sconfissero i bianconeri ai calci di rigore dopo l’1-1 dei tempi supplementari.

Milan premiazione campionato 2022
Milan premiazione campionato 2022

Il trionfo con la Turchia

Vincenzo Montella non nasconde la gioia per la conquista dei quarti di finale degli Europei alla guida della Nazionale turca. L’ex Milan afferma che “questo con la Turchia è su un livello diverso, un’altra dimensione, rappresenti un Paese, non una squadra, è a livello europeo. Non posso metterle sulla bilancia, ma direi quella di ora, perché è ora e me la sto godendo”.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 03-07-2024


Milan, stallo per Chukwuemeka: il Chelsea fermo sulla sua richiesta

Milan, Conte chiama Lukaku ma il Diavolo prepara la contromossa: i dettagli