Parla il tecnico del Milan dopo la vittoria nel finale contro la Fiorentina che alimenta i sogni scudetto per i rossoneri.

L’allenatore del Milan, Stefano Pioli parla dopo la vittoria contro la Fiorentina con rete di Leao: “Negli ultimi 15 minuti ho cercato di rimanere lucido come ha fatto la squadra. Non ci siamo fatti prendere dalla frenesia, non abbiamo smesso di essere squadra. Ho fatto anche dei cambi, ero molto attento che non sbagliassimo le posizioni… Non abbiamo vinto per fortuna, ma perché abbiamo meritato“.

Il rapporto con Ibrahimovic: “Ho parlato poco con lui, ho molto rispetto di questi momenti. Non ha perso solo una persona normale. È un ragazzo molto sensibile, molto buono, anche se fa vedere un’immagine diversa di sé. Sta vivendo un momento molto particolare e molto delicato. Sono contento che sia entrato bene“.

Stefano Pioli
Stefano Pioli

Il match di Maignan: “Maignan è stato il migliore in campo, era l’unico giocatore non pressato. Il fatto di non prendere gol è la nostra dedizione ad essere attenti e a non mollare mai“.

Sul gol nel finale: “Dal punto di vista mentale la squadra sta crescendo tantissimo, soprattutto quando siamo così bravi a superare le difficoltà che gli avversari ci mettono di fronte. Pur giovani, stiamo migliorando su come soffrire nei momenti difficili e come superarli“. Conclude così il tecnico rossonero.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 01-05-2022


Venezia, Soncin: “Vogliamo arrivare a giocarci tutto fino all’ultimo”

Torino, Juric: “Il mio concetto era far diventare squadra”