Emergono diversi spunti dal contratto di Victor Osimhen con il Napoli, ecco anche l’argomento social che fa discutere.

Repubblica ha scatenato un putiferio sul contratto di Victor Osimhen con il Napoli, ma per la voce dove dice che alla società è concesso avere le password dei profili social network personali. Notizia ripresa dall’account ufficiale stesso del Napoli ma poi clamorosamente smentito dal giocatore stesso con un post. Ma in realtà non è affatto vero. Ecco la parte che interessa nelle 45 pagine di contratto.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis

Ecco la spiegazione: Tutto gira alla frase “cessione in favore del club di tutti i diritti promo pubblicitari spettanti al calciatore”. La società diventa così “l’unica entità legittimata nell’incasso di qualsiasi somma dovuta al calciatore… e proveniente da qualunque fonte, compresa la nazionale della Nigeria”.

Una vendita dei diritti d’immagine che ha un valore per Osimhen di circa 900 mila euro lordi, ovverosia 609.921 euro netti il primo anno e da quest’anno 691.518 netti per ogni stagione, con la punta che ha però l’obbligo a partecipare in questo modo: “se e quando richiesto dal club, a tutte le iniziative connesse all’utilizzo dei diritti d’immagine”.

Ma non solo ecco la parte più importante: all’istante della firma ha anche accettato di dare gli account dei propri profili social, dando alla società il diritto di accedervi, con la società che ha anche il diritto di aprire profili o siti al nome di Victor Osimhen, insomma il calciatore forse non è totalmente informato su quello che ha firmato.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Napoli

ultimo aggiornamento: 14-05-2022


Russia: ricorso al TAS dei top club contro la UEFA

Ceferin: “Superlega? avrebbe significato la distruzione totale del calcio”