L’ex esterno dell’Inter Ivan Perisic spiega la sua scelta di cambiare squadra per andare al Tottenham di Antonio Conte.

Ivan Perisic ha raccontato come e quando è nata la trattativa col Tottenham ai microfoni di Sky Sports. “Penso che primo contatto col Tottenham sia stato a marzo e il secondo è stato ad aprile quando hanno vinto contro l’Arsenal, ed era ovvio che forse avrebbero raggiunto la Champions League. Ho sempre voluto giocare in Champions League e il mio desiderio era anche provare a venire in Premier League. quando hanno raggiunto la Champions, abbiamo parlato e l’accordo è stato fatto in due giorni, ed è stato molto più facile“.

Con Conte ho cambiato posizione, a lui piace giocare con tre in difesa. All’Inter giocavamo con il 3-5-2 e io ero a sinistra come esterno. All’inizio avevo bisogno di alcune partite per adattarmi. È davvero qualcosa di nuovo dopo tanti anni da attaccante esterno, ma penso di aver fatto bene. Soprattutto anche la scorsa stagione con mister Inzaghi, perché abbiamo continuato a giocare utilizzando la stessa tattica e ora anche qui proveremo a giocare con un sistema simile. Mi piace giocare in questa posizione perché tocco più palloni e mi piace anche aiutare la difesa. Penso che sia la posizione perfetta per me. È importante come ti senti dentro. Mi piace lavorare tutti i giorni, mi piace lavorare sodo e quando facciamo lo sprint test sono ancora a un alto livello. Il mio desiderio è giocare fino a 40 anni e penso di essere ora nella fase migliore e posso ancora dare molto. Sono pronto. So che sarà dura. Seguo la Premier League da molti anni. So che il ritmo è serrato, ma come ho detto, sono pronto e ho lavorato sodo durante l’ultima stagione e mi stavo preparando per venire qui e per essere competitivo qui”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 04-08-2022


Koulibaly risponde al suo ex presidente chiedendo rispetto per le nazionali africane

Vecino: “Lazio ambiente ideale per tornare ad essere importante”