L’allenatore del Milan Stefano Pioli si gode lo Scudetto conquistato ma non si culla sugli allori e indica i prossimi obiettivi.

Lo Scudetto non è un punto di arrivo, parola di Stefano Pioli a MilanTv. “Non è che non ci abbia mai fatto caso a ciò che si diceva fuori, ma secondo me è sbagliato considerare vincenti solo gli allenatori che vincono qualcosa, ma bisogna considerare coloro che raggiungono l’obiettivo per il quale sono stati messi sotto contratto. Io tante volte ho fatto bene, poi per vincere ci vuole un insieme di cose, cominciando da un club e giocatori di un certo livello. Io le ho avuto e ho approfittato dell’occasione. Noi dal primo giorno volevamo migliorare il risultato dell’anno scorso”.

Zlatan Ibrahimovic esulta scudetto
Zlatan Ibrahimovic esulta scudettonella foto: Zlatan Ibrahimovic

Chiedevo ai miei giocatori se sarebbero stati contenti di finire ancora secondi. Non saremmo stati contenti. Questa è stata l’ambizione e la motivazione che ci ha spinto a migliorare giorno per giorno. Ora festeggiamo, ma poi dobbiamo pensare di alzare l’asticella e di far meglio l’anno prossimo. Abbiamo scritto una storia in un Club che ha un passato glorioso e noi vogliamo tornare ad essere competitivi con continuità sia in Italia che in Europa. Il fatto di avere giovani così motivati e esperti così competitivi mi fa ben sperare. L’obiettivo è competere anche in Europa con formazioni molto forti. Chiaramente la Champions è un livello altissimo, probabilmente essere in prima fascia ci aiuterà, ma è chiaro che dobbiamo pensare di essere molto forti e competitivi per passare il girone”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 25-05-2022


Pubblicato l’audio di arbitro e V. A. R. di Spezia-Lazio

Zhang rilancia la sfida al Milan