Il tecnico del Milan Stefano Pioli elogia tantissimo le qualità del trequartista belga ma ritiene che la squadra non sia ancora completa.

Stefano Pioli alla Gazzetta dello Sport indica senza paura l’obiettivo della sua squadra per la prossima stagione. “Per vincere serve talento, per ripetersi serve carattere. Quest’anno motivare il gruppo sarà più facile. Lotteremo per difendere lo scudetto, in Champions per migliorarci. . Preoccupato della concorrenza? No, perché noi siamo più forti di un anno fa“.

Charles De Ketelaere

Sulla carta per completare la rosa mancano due ruoli, il difensore e il centrocampista. Non vogliamo sostituire chi se ne è andato con dei sosia, anche perché un altro Kessié non c’è. Ci servono due caratteristiche: esplosività e intelligenza. De Ketelaere è molto intelligente, capisce di calcio e poi ha talento, si vede come tocca la palla: è elegante, bello da vedere, Origi mi ha detto: “È metà Havertz e metà Kakà”. Ci sono aspettative importanti, ma è giusto dargli tempo, io per primo gli ho detto di non avere fretta. In due-tre anni può diventare un top europeo“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 05-08-2022


Vecino: “Lazio ambiente ideale per tornare ad essere importante”

Berlusconi: “Dovevamo arrivare in A l’anno scorso, ora puntiamo a restarci”