Roma, Zaniolo parla in vista della sfida della semifinale d’andata di Conference League contro il Leicester.

Zaniolo, trequartista della Roma parla a Sky in vista della partita contro il Leicester nella semifinale d’andata di Conference League. Queste le parole sugli infortuni: “La rottura del legamento crociato credo che sia uno degli infortuni peggiori che possa capitare a un calciatore. Il primo è stata una bella batosta perché ero nel pieno delle forze, dell’entusiasmo, della fiducia, stavo facendo molto bene.

Ma il momento peggiore per il calciatore è questo: “La botta vera e propria l’ho presa al secondo infortunio. Per i cinque o sei giorni successivi sono stato in casa e facevo fatica a parlare anche con i miei genitori, ero completamente scioccato. Mi hanno fatto crescere soprattutto come persona. L’importante è mantenere l’equilibrio sia nei momenti belli che in quelli meno belli: non bisogna sentirsi alle stelle né l’ultimo della terra quando le cose vanno male.

La crescita di un calciatore: “Non mi sento un top player. So di avere delle qualità ma so anche che devo migliorare tanto sotto alcuni aspetti. A Roma si vive per il calcio e noi abbiamo una responsabilità grandissima per portare in alto il nome di questa squadra.” Conclude così il giovane trequartista.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 27-04-2022


Salernitana, Iervolino: “La squadra è disciplinata, organizzata bene”

Juventus, Rabiot: “Abbiamo una rivincita da prenderci contro l’Inter”