Il difensore del Napoli Amir Rrahmani ha raccontato alcuni aspetti della sua infanzia e diversi particolari della sua carriera da calciatore.

Amir Rrahmani si è raccontato attraverso il sito ufficiale del Napoli; ecco alcuni stralci della sua intervista. “Sono nato in Kosovo e quando ero piccolo non ho mai pensato al calcio. Avevo in mente altre cose, forse più importanti e solo quando siamo tornati a casa dalla guerra mio padre mi ha fatto cominciare a giocare a pallone. Ho iniziato quando avevo 8 anni in una società di Pristina, ma non ricordo tanto di quel periodo. Ho iniziato a giocare in Kosovo e a 17 anni ho giocato in prima squadra che era in Serie B”.

IM_pallone_serie_A_2020
IM_pallone_serie_A_2020

L’anno dopo sono andato in A e successivamente in Croazia per quattro anni prima di arrivare in Italia. La mia carriera ha seguito un percorso, step by step, fino ad arrivare a Verona. Da giovane seguivo la scuola e andavo a calcio, andavo bene dietro i banchi e poi mi sono appassionato anche al calcio. Dopo l’anno a Verona mi ha contattato il Napoli e ho accettato subito. Sono molto felice della scelta che ho fatto perché è un club che gioca a livelli molto alti e cerca sempre il meglio in ogni competizione e partita. Come città è molto bella, ricca di storia e mi incuriosisce. È una città meravigliosa. Ora voglio continuare così, è solo l’inizio della mia carriera, l’inizio di Amir Rrahmani che può di certo dare di più al calcio“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 23-03-2022


Cagliari, Altare: ufficiale il rinnovo del contratto

Denis: “Consiglio a De Laurentiis di prendere Dybala, Osimhen…”