L’allenatore della Lazio Maurizio Sarri pretende un cambio di marcia dai suoi dopo il brutto derby perso; il tecnico ha affrontato anche l’argomento nazionale.

Maurizio Sarri si prepara al finale di stagione e in conferenza stampa parla anche della brutta situazione del calcio italiano. “Al di là del piazzamento, mi aspetto che in queste ultime otto partite venga fuori il carattere. Mi aspetto un finale di stagione buono da tutti, anzi lo pretendo. È questo il modo per riscattare il derby. Contro la Roma il nostro atteggiamento è stato inspiegabile, la partita era già finita dopo un minuto. Ho provato ad intervenire, ma evidentemente non l’ho fatto nel modo giusto. Sono arrabbiatissimo, con i calciatori e con me stesso. Di recente sembravamo andare meglio, purtroppo siamo ricaduti nella domenica meno opportuna. Dobbiamo lavorare per capire se la colpa è del carattere di alcuni giocatori“.

Ciro Immobile
Ciro Immobile

Con Immobile ho parlato subito e gli ho detto che sta diventando il capro espiatorio di questa situazione. Non se la deve prendere, quando l’ho visto mi è sembrato combattivo. Se io fossi in lui, farei una scelta sulla Nazionale. Ma non la dico perché lui sa cosa fare. Sta a lui decidere del suo futuro. Io resto dell’idea che le Nazionali non rappresentano un movimento, se così fosse l’Inghilterra sarebbe campione d’Europa e del mondo. Nei vari campionati gli stranieri sono troppi. Ed è evidente che il nostro calcio abbia dei problemi: se vediamo Premier League è Bundesliga è un conto, se vediamo la Serie A sembra di stare 50 anni indietro. Quando parlo dei terreni di gioco sembro sempre uno che si lamenta, ma la mancanza di cura dei dettagli l’abbiamo pagata. A vent’anni dalla vittoria del Mondiale, non siamo nemmeno una Nazionale da seconda fascia“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 02-04-2022


Juventus-Inter, le probabili formazioni del derby d’Italia

Koulibaly: “Se vinciamo le restanti 8 gare al 90 % lo Scudetto sarà nostro”