L’ex arbitro Gianpaolo Calvarese ha spiegato la vicenda che vede coinvolto Piero Giacomelli, estromesso dall’AIA

Gianpaolo Calvarese, per Calcio e Finanza, ha spiegato la situazione che vede coinvolto Piero Giacomelli, che dal 27 ottobre scorso non è più arbitro, dopo aver perso un ricorso alla Corte del CONI. Finito nella cerchia dei controlli per alcuni rimborsi “gonfiati” (si parla di 70 euro in più), Giacomelli fu sospeso con l’altro fischietto Massa, entrambi reintegrati dopo patteggiamento.

Giacomelli fu sospeso nuovamente a febbraio e, dopo una serie di ricorsi, si arriva alla fine dello scorso ottobre, con il fischietto escluso per sempre da incarichi nazionali (arbitro, var e dirigente in futuro). Avendo accumulato un totale di 12 mesi e 17 giorni non potrà quindi più arbitrare in Serie A. Ma non è finita qui, perchè ora l’AIA rischia una causa da 1 milione e mezzo di euro per i guadagni negati allo stesso Giacomelli.

L’articolo Serie A, Calvarese: «Giacomelli non arbitrerà più, ma l’AIA rischia grosso» proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 04-11-2022


Baresi su Sacchi: «Era molto esigente, chiedeva il massimo»

Nesta elogia Leao: «Va troppo più veloce degli altri»