Anno solare positivo per i granata, costretti però a ripartire di nuovo da zero: il tecnico vuole certezze

Aveva ricostruito una squadra ereditata ad un passo dalla serie B, è stato costretto a ricostruire ancora una volta e ha riconfermato il Torino tra le prime dieci della classifica. Il grande protagonista del 2022 granata è stato Ivan Juric, nel bene e nel male. Perché a maggio ha centrato un brillante decimo posto, un risultato più che convincente considerando i due precedenti campionati chiusi con altrettante salvezze sofferte, e ora ha ricominciato da dove aveva finito, un gradino più in alto.

In mezzo, però, c’è stata un’estate fin troppo tormentata, con il tecnico che è venuto letteralmente alle mani con il ds Vagnati. L’episodio risale allo scorso luglio, durante il ritiro della squadra in Austria, con il video che fece il giro dei social. Ai tanti addii pesanti tra Bremer, Belotti, Mandragora, Pobega e Brekalo, giusto per citarne alcuni, si è ripartiti da Vlasic, Miranchuk e Radonjic, ma la sensazione è che Juric stia facendo un altro mezzo miracolo.

Obiettivo crescita

La rosa è incompleta, gennaio sarà decisivo anche per capire le intenzioni dell’allenatore, in bilico tra lasciare a fine anno e firmare il rinnovo fino al 2025 per aprire definitivamente un ciclo. Servono risposte dalla società, chiamata a cercare sul mercato un attaccante (Sanabria e Pellegri si sono dimostrati insufficienti per rendimento) e almeno un centrocampista (con Lukic che rimane sulla lista dei partenti).

Così il Torino è chiamato al salto di qualità, consapevole che quanto seminato può diventare un frutto molto interessante. A patto, però, che si proceda sulla strada tracciata: per fare due esempi, Vlasic e Miranchuk sono soltanto in prestito e bisognerà discutere dei riscatti. Anche perché difficilmente Juric ricomincerebbe ancora una volta da zero nella prossima estate.

L’articolo Torino voto 6.5: rinascita con Juric, ora si cerca il salto in alto proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 31-12-2022


Tacchinardi: “L’Inter deve avere la forza”

Milan: il possibile record di Ibrahimovic