Calciomercato Lazio: sfuma all'ultimo secondo l'arrivo di Felipe Anderson

Grandissima delusione per la Lazio. I biancocelesti erano riusciti a trovare l'intesa con il gruppo d'investimento inglese che possiede il 70% del cartellino del brasiliano Felipe Anderson in forza al Santos, ma a causa di un problema burocratico non sono riusciti a depositare il contratto del giocatore. La proposta era stata accettata sulla base di 10 milioni di euro cash, più una clausola che impegnava i biancocelesti a versare il 30% del ricavato su una futura vendita del cartellino.

E' stato un lunghissimo pomeriggio di contrattazione tra le due parti che erano riuscite a trovare un punto di intesa solo quando mancava circa un quarto d'ora al termine imposto dalla Lega di Serie A per la registrazione dei contratti. Tutto pare che sia sfumato a causa di un piccolo errore sul contratto, del quale la Lazio si è accorta solo quando era ormai troppo tardi per chiedere al Santos di porre rimedio. Un vero peccato per i capitolini perché Anderson pare che sia uno dei migliori prospetti del calcio brasiliano, che quindi in questi mesi potrebbe attirare l'attenzione di altri club importanti.

La speranza del presidente Claudio Lotito e del Ds Igli Tare è che questa operazione possa essere solo rimandata all'estate. Il rammarico è più grande anche perché alla fine erano stati i laziali a cedere, aumentando l'offerta dai 7.5 milioni inizialmente proposti ai 10 che avevano convinto i proprietari del cartellino. Se questa svolta fosse arrivata qualche minuto prima, la Lazio adesso avrebbe potuto a regalare a Petkovic un giocatore utile a lottare su tutti i fronti ancora aperti in questa stagione.

  • shares
  • Mail