Calciomercato Napoli: Leandro Damiao solo una suggestione, ma Bigon si guarda attorno

Che il Napoli inizi a mettere le mani e il naso avanti prendendo per la prima volta seriamente in considerazione l'opzione di perdere Edinson Cavani nel corso della prossima estate è anche una conseguenza logica. Che questo possa generare rumours fuori controllo, e spesso iper-mediaticizzati, è soltanto uno degli effetti collaterali indesiderati.

Perché esistono idee (vedi Mauro Icardi e Roberto Soldado) che sono ritenute all'interno del club partenopeo piste difficili ma al momento abbordabili, mentre ce ne sono altre tipo l'ultima moda che riguarda Leandro Damiao al di fuori di ogni fondamento per ammissione dello stesso direttore sportivo Riccardo Bigon al proprio entourage.

Ma cos'ha il centravanti della nazionale brasiliana che non va per il Napoli del progetto De Laurentiis? Innanzitutto, il costo del cartellino oltre che una ormai conclamata (e non si sa fino a che punto giustificata) attenzione e stima da parte degli addetti ai lavori. Dopo esser caduto di prezzo fino a 15 milioni di euro trattabili, il Damiao post Olimpiadi di Londra è tornato a valere una richiesta vicina ai 25 milioni. Troppo, per come la pensa il presidentissimo.

Poi l'ingaggio: servono almeno 3 milioni di euro netti a stagione e 4 anni di contratto per poter accontentare il giocatore che ha pur sempre rifiutato esattamente un anno fa 2,2 milioni dallo Shakhtar che ne arrivò a offrire 30 all'Internacional di Porto Alegre.

Oltretutto, e questo in sede a Napoli lo sanno molto bene, l'interessamento di pura forma messo in atto circa 15 giorni fa non ha fatto che produrre la convinzione che Damiao voglia fortemente la Premier League, forte del corteggiamento di due discreti colossi quali Liverpool (addio a Suarez?) e in particolare Tottenham: proprio André Villas Boas, tecnico degli Hotspurs, ha ottenuto in promessa l'acquisto del puntero carioca qualora ottenesse il terzo posto in campionato dopo aver comunque trattato il calciatore a lungo nella scorsa sessione del calciomercato di gennaio. Sfiorandolo appena.

A queste condizioni, e con questa concorrenza, Bigon non vuol perder tempo. Le voci, quelle invece rimangono. Fanno bene all'entusiasmo e alla salute della piazza...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail