Roma, Erik Lamela non crede alla crisi: "Possiamo raggiungere la Champions"

La mano di Aurelio Andreazzoli sulla nuova Roma si deve ancora far notare ma tutto ciò può rientrare tranquillamente nella norma. Anzi, in casa giallorossa, nonostante il clima plumbeo dovuto alla crisi di risultati (l'ultima vittoria della Roma risale addirittura al 2012), c'è chi diffonde, o almeno ci prova, ventate di ottimismo.

E' il caso di Erik Lamela: il trequartista argentino, con un'intervista concessa a Goal.com, ha addirittura provato a fissare l'obiettivo giallorosso per il campionato in corso, una meta decisamente improba ma matematicamente ancora possibile, ossia la qualificazione alla Champions League.

Queste sono state le dichiarazioni del calciatore a riguardo:

Finora non siamo stati in grado di esprimerci come vorremmo noi e i tifosi. Dobbiamo cominciare a vincere con più continuità e credere davvero in quanto siamo forti, solo così potremo raggiungere la Champions League. Io sono contento del mio rendimento in campionato, a livello personale sono soddisfatto. Devo continuare così, non devo fermarmi.

Lamela, inoltre, ha riservato anche una serie di complimenti ad alcuni dei suoi compagni di squadra, in primis il capitano della Roma, Francesco Totti, e il giocatore statunitense, Michael Bradley. Per quanto riguarda, invece, i suoi connazionali, Erik non ha potuto non menzionare il quattro volte Pallone D'Oro, Lionel Messi, con il quale Lamela vorrebbe giocare insieme e non solo in nazionale.

Per quanto riguarda, però, ipotesi di calciomercato, Lamela ha chiarito subito le sue volontà:

Mi piacerebbe giocare in uno stadio di proprietà della Roma, per noi ma soprattutto per i nostri tifosi. Naturalmente poter giocare in uno stadio nuovo e di proprietà porterebbe benefici all'intera Serie A.

Nonostante questa voce fuori dal coro, però, tra i tifosi, il malumore continua a perdurare. Tra i giocatori presi di mira dai supporters giallorossi, c'è ovviamente Pablo Daniel Osvaldo, protagonista dell'episodio del rigore "rubato" a Totti e successivamente sbagliato.

Oggi, a Trigoria, infatti, un gruppo di tifosi ha intonato cori di contestazione non solo contro il giocatore italo-argentino ma anche nei confronti della dirigenza. Per ora, nell'ambiente giallorosso, la tranquillità è ancora lontana.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail