Roma, Zeman: "Non mi pento di niente di quanto fatto quest'anno"


In occasione della premiazione come miglior allenatore di Serie B della scorsa stagione, Panchina d'Argento, Zdenek Zeman è tornato a parlare: per la prima volta ufficialmente dopo l'esonero subito due settimane fa. L'ex tecnico della Roma ha professato ancora una volta sicurezza spiegando di non essersi affatto pentito per aver scelto la scorsa estate di tornare nella Capitale:

Non mi pento di niente di quanto fatto quest'anno. Sono arrivato a Roma perché volevo fortemente la Roma, mi dispiace solamente di non essere riuscito a fare ciò che avevo in testa e per quello che secondo me aveva la squadra come potenzialità. Mi fa piacere che c'è tanta gente che ha creduto e crede ancora in me.

Il boemo ha dichiarato di non conoscere ancora quale sarà la sua nuova meta calcistica, che sicuramente ci sarà perché negli scorsi giorni ha seccamente smentito l'ipotesi di andare in pensione. Tra le voci in circolazione c'è quella di
un ritorno nei prossimi mesi a Pescara, il club che l'anno scorso ha riportato in Serie A e che è a rischio retrocessione (ricordiamo che Zeman avendo allenato un club di Serie A non può sottoscrivere fino alla fine della stagione un nuovo contratto con nessun'altra squadra dello stesso campionato).
Proprio per quella emozionante cavalcata l'allenatore 66enne è stato premiato con la Panchina d'Argento:

I ringraziamenti più grandi per questa mia vittoria vanno alla società Pescara ed ai giocatori che ho allenato, che mi hanno permesso di fare il calcio come piace a me.

Zeman ha anche parlato di Francesco Totti che sabato sera ha deciso la gara contro la Juventus con un grandissimo gol:

Aspetto di andare a festeggiare con Francesco il superamento dei gol di Nordhal. Gli manca poco per raggiungere questo traguardo.

Infine la dichiarazione di stima che non t'aspetti. Zeman ha elogiato Antonio Conte, premiato con la Panchina d'Oro, ed ha rivelato di aver votato proprio per l'allenatore salentino perché "penso che abbia fatto meglio di tutti l'anno scorso" e perché "ha creato una mentalità vincente alla Juventus, giocando anche un grande calcio".
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: