Preston-Blackpool, scontri hooligans: steward calpestato da un cavallo | Video e Foto

Torna la violenza nel calcio inglese

di antonio

Scontri tra hooligans fuori dallo stadio e dentro l’impianto di Preston si sono verificati prima e dopo la partita di Coppa di Lega tra la formazione di casa e il Blackpool. La gara era considerata ad altissimo rischio incidenti dalle autorità per via dell’accesa rivalità tra le due tifoserie. Il caos si è generato subito dopo il fischio finale dell’arbitro che ha sancito la vittoria del Preston per 1-0 grazie al gol di Tom Clarke all’87’. I tifosi dei “Lilywhites” hanno invaso il campo in massa per festeggiare, ma soprattutto per provocare i sostenitori del Blackpool.

Paul Ince, allenatore del Blackpool, ha invocato l’intervento della polizia a cavallo che qualche minuto dopo è entrata in campo causando il fuggifuggi generale. Nella concitazione uno steward non si è accorto dell’arrivo di un cavallo alle sue spalle ed è stato calpestato e ferito ad una spalla. Paul Ince non ha nascosto la propria rabbia: “E ‘una vera presa in giro e mi chiedevo se c’erano abbastanza steward. C’erano tre o quattro centinaia di tifosi del Preston, poteva succedere qualcosa di veramente grave. I nostri tifosi sono stati assolutamente fantastici e il loro comportamento è stato impeccabile“.

Più pacato il commento di Simon Grayson, manager del Preston, che ha visto la sua formazione trionfare contro il Blackpool dopo tre anni: “Avrei preferito ovviamente che i tifosi fossero rimasti al proprio posto e molti di loro potrebbero finire nei guai per quello che è successo. Speriamo che non si siano ferite troppe persone. Ad ogni modo ho visto che i nostri sostenitori sono scesi in campo per festeggiare e non c’era niente di troppo violento contro cose o persone. Durante la partita si è respirata una grande atmosfera“.

Foto | Preston-Blackpool, scontri hooligans: steward calpestato da un cavallo

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]