Torino - Juventus, Cairo contro Conte: "Non ha stile, meglio che stia zitto. Agnelli si è scusato per il fuorigioco"

Ancora polemiche per le decisioni arbitrali nel derby della Mole giocato domenica a Torino. Cairo ricorda che si tratta della terza partita in cui alcune sviste determinano il risultato negativo dei granata.


Torino - Juventus non è finita. Il derby della Mole vinto dalla Signora per 1-0 fa ancora discutere, soprattutto per merito (o colpa?) di Urbano Cairo. Nonostante gli strascichi polemici abbiano coinvolto anche gli account Twitter dei due club, il presidente della società granata poche ore fa ha rilasciato alcune dichiarazioni molto critiche nei confronti di Antonio Conte che hanno inevitabilmente riacceso gli animi.
L'oggetto del contendere è, tanto per cambiare, l'arbitraggio di Mazzoleni e in particolari alcuni episodi rivelatisi decisivi. Il riferimento è senz'altro al gol di Pogba viziato dal fuorigioco di Tevez non segnalato. Ma anche alle proteste che il tecnico salentino ha avanzato per la mancata espulsione di Immobile nel primo tempo per una brutta entrata su Tevez (che qualche danno alla caviglia in effetti ha provocato). Cairo ha detto all'Adnkronos:

Purtroppo siamo stati penalizzati nel derby, ma ora dobbiamo andare avanti e giocare. Chiedo che ci sia più attenzione verso di noi.

Molto meno diplomatico il commento all'atteggiamento dell'allenatore bianconero che nel post partita aveva replicato alle lamentale degli avversari:

Arrampicarsi sugli specchi è la cosa che fa più arrabbiare. Conte è un bravo allenatore e non ha bisogno di attaccarsi a queste cose. Ho rispetto di Conte della sua squadra della Juve e degli arbitri ma sentirsi presi in giro non va bene.

Cairo ha proseguito ricordando che è la terza volta che il Toro subisce torti arbitrali in campionato:

Siamo sfortunati perché abbiamo già avuto tre situazioni importanti di penalizzazione, peraltro con arbitri bravi, perché non si può dire che Mazzoleni, Massa e Bergonzi non siano bravi. Uno ha arbitrato il Toro con l'Atalanta, un altro con il Milan e adesso con la Juve, tutti e tre bravi e con una squadra di assistenti di arbitri di porta altrettanto bravi, ma il fuorigioco è evidente, non millimetrico, era di mezzo metro e molto visibile. Alla fine sono 4 punti persi, tra il gol in fuorigioco dell'Atalanta, la situazione di Larrondo e il gol della Juve.

L'editore di La7 ha parlato anche alla trasmissione sportiva di Italia1, Tiki Taka, precisando che "le sviste le accettiamo" perché "fanno parte dell’errore umano". Poi, però, su Conte ha chiosato tirando in ballo un altro episodio avvenuto sul terreno di gioco dell'Olimpico di Torino, in maniera francamente forzata:

Se il fallo di Immobile su Tevez era da rosso allora quello di Pogba su El Kaddouri era anche peggio (il francese è stato ammonito, Ndr). Conte è un allenatore molto bravo, lo sanno tutti, ma ha avuto un vantaggio, dopo quello che aveva già avuto nella gara contro il Chievo: ha vinto due partite grazie a queste sviste, è meglio che stia zitto. Un minimo di stile in più non sarebbe male, perché non è bello: anche il presidente Agnelli a fine partita si è scusato, era quasi dispiaciuto.

Arriverà a stretto giro la replica di mister Conte o la polemica si fermerà, almeno fino al derby del girone di ritorno?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: