Roma, Rudi Garcia ridimensiona le ambizioni: “L’Europa è il primo obiettivo”

L’allenatore francese, intervistato da La Voix Du Nord.

La Roma, grazie alle dieci vittorie consecutive conquistate nelle prime dieci giornate e ai tre successivi pareggi contro Torino, Sassuolo e Cagliari, è ancora pienamente in corsa per il titolo anche se l’utopia dell’annata perfetta è rimasta tale e la vetta è tornata di proprietà della Juventus che ha sapientemente saputo sfruttare tutti i mezzi passi falsi dei giallorossi.

L’allenatore della Roma, Rudi Garcia, espulso durante l’ultimo match con il Cagliari ma che siederà regolarmente in panchina a Bergamo nella trasferta contro l’Atalanta, ha ridimensionato le ambizioni. Pur non avendo mai pronunciato esplicitamente la parola scudetto, l’allenatore francese di origini spagnole, ora che i limiti dei giallorossi sono inevitabilmente saltati fuori, preferisce volare basso, affermando che il primo obiettivo è ritornare in Europa, possibilmente in quella che conta.

Ecco quali sono state le sue principali dichiarazioni rilasciate nel corso di un’intervista concessa a La Voix Du Nord:

Vincere una partita dopo l’altra è stata la nostra forza. Ci ha dato la spinta per continuare a giocare bene. Avremmo anche potuto vincere le ultime 3 gare, credo. Ora siamo secondi a un punto dalla Juve, che come noi ha fatto un percorso eccezionale. Il nostro obiettivo è l’Europa.

Rudi Garcia ha voluto comunque sottolineare la sua prima impresa che è già stata ampiamente realizzata. Dopo due stagioni fallimentari e un ambiente praticamente demoralizzato, il tecnico ex Lille ha saputo riportare l’entusiasmo in una piazza che aveva espresso il suo malcontento anche con comportamenti poco consoni.

Rudi Garcia ha anche raccontato nel dettaglio come si è concretizzato il suo passaggio alla Roma: un sabato di inizio giugno, l’allenatore è stato contattato da Walter Sabatini mentre si trovava a Marrakech, in Marocco; il giorno dopo, Garcia ha incontrato il direttore sportivo giallorosso a Milano e l’accordo è stato velocemente trovato.

Una volta ingaggiato dalla Roma, Garcia ha voluto subito creare un contatto con i calciatori. L’allenatore ha anche contattato il capitano Francesco Totti che gli ha assicurato, prima via sms e successivamente di persona, di avere ancora “fame”.

Conquistata la fiducia dei giocatori, quindi, Garcia ha cominciato a imporre le sue regole, la prima tra tutte, allenamenti rigorosamente blindati, vietati addirittura alle telecamere di Roma Channel.

Il primo miracolo è stato realizzato: ricompattare il tifo e far dimenticare ai supporters giallorossi la delusione della finale di Coppa Italia persa contro la Lazio.

Per lo scudetto, si vedrà ma ora come ora, guai a pronunciare quella parola…

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →