Milan, Massimiliano Allegri vuole di più: "Non dobbiamo giocare come abbiamo fatto con la Roma"

Le dichiarazioni dell'allenatore rossonero, alla vigilia di Inter - Milan.

Per Massimiliano Allegri, il derby contro l'Inter, che si giocherà domani sera, sarà l'ottavo da quando è seduto sulla panchina del Milan. L'ultima vittoria conquistata contro i nerazzurri, però, è decisamente lontana: senza contare la vittoria della Supercoppa Italiana, vinta proprio contro l'Inter il 6 agosto 2011, l'ultima vittoria in campionato risale al 2 aprile 2011, quando i rossoneri vinsero 3-0 con la doppietta di Pato e il rigore di Antonio Cassano, nell'anno dell'ultimo scudetto.

Da quella partita in poi, Allegri ha collezionato tre sconfitte consecutive e un pareggio. Per ritornare alla vittoria nella stracittadina, però, l'allenatore vuole di più dai suoi giocatori ossia evitare gli errori visti durante la partita con la Roma. Queste sono state le sue principali dichiarazioni rilasciate nel corso della consueta conferenza stampa:

Dopo la sosta recupereremo dei giocatori, io credo che questa squadra ce la farà a risalire. Però se domani giocheremo come contro la Roma, difficilmente faremo risultato, abbiamo sbagliato molto a livello tecnico, dovremo fare meglio contro l'Inter.

E' ovvio che Allegri avrebbe voluto restare concentrato e parlare soltanto del derby ma il tecnico non ha potuto esimersi dal rispondere a domande inerenti al suo successore in panchina, al nuovo assetto societario e al mercato di riparazione.

Sulle voci riguardanti Clarence Seedorf, prossimo allenatore del Milan al 99%, Allegri, però, non ha voluto fornire la propria opinione. Il tecnico livornese ha soltanto ribadito una frase che ha ripetuto più volte e che ha imparato a Coverciano: "Gli allenatore sono soli e con la valigia in mano".

Per ciò che concerne il nuovo assetto societario, il tecnico ha voluto, invece, sottolineare l'importanza delle dichiarazioni di Adriano Galliani e di Barbara Berlusconi, aggiungendo che le scelte di Silvio Berlusconi vengono compiute esclusivamente per il bene del Milan.

Per quanto riguarda il mercato invernale, invece, si fanno i nomi di Radja Nainggolan del Cagliari e di Marco Parolo del Parma. Anche in questo caso, Allegri non ha voluto entrare troppo nel merito della questione, dichiarando soltanto che sono due buoni calciatori e nulla più.

Tornando al derby, infine, l'allenatore ha affermato di voler puntare su Kakà e Mario Balotelli. Secondo Allegri, l'attaccante della Nazionale è sereno e si sta mettendo a disposizione di tutta la squadra mentre il trequartista brasiliano, che domani potrebbe segnare il suo centesimo gol di maglia rossonera, si sta assumendo grandi responsabilità, sia dentro che fuori dal campo.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail