Bufera su Anelka: gesto antisemita dopo la doppietta al West Ham - video

Nicolas Anelka, attaccante del West Bromwich Albion con una parentesi di qualche mese anche alla Juventus lo scorso anno, finisce nell’occhio del ciclone per un gesto antisemita. Impegnato oggi tra le mura del West Ham, l’attaccante francese ha messo a segno una doppietta con la quale ha consentito al WBA di portare a casa un punto che muove la classifica, ma sulle prime pagine dei giornali britannici e francesi non c’è finito per il doppio gesto tecnico. In solidarietà al commediografo Dieudonne, Anelka ha festeggiato le reti con il gesto del saluto nazista al contrario, sollevando un vespaio di polemiche.

Ancora una volta, dunque, nonostante i 35 anni suonati, Abdul-Salam Bilal, questo il nome di Anelka da quando si è convertito all’islam, trova il modo di far parlare di sé non certo in modo encomiastico. Una capacità incredibile dell’attaccante francese, di arrivare sempre al momento giusto nelle polemiche. Già nei mesi scorsi, la sua posizione al WBA è stata fortemente in dubbio: dopo la parentesi incolore con la maglia della Juventus, Anelka è tornato in Inghilterra ingaggiato proprio dal club biancazzurro. Sono bastate poche settimane per far venir fuori i primi malumori e le minacce di addio al calcio. Oggi il ritorno al gol, dopo ben 16 mesi dall’ultima rete segnata nell’agosto del 2012 quando giocava ancora nel campionato cinese, e il gesto che in Francia non è stato digerito.

Oltralpe la chiamano 'quenelle', ossia “mano appoggiata sul braccio opposto disteso”. Il significato è quello di un saluto nazista al contrario lanciato dal commediografo Dieudonné M'bala M'bala, che sostiene che non ci sia dietro alcun intento antisemita, ma i suoi detrattori non la pensano allo stesso modo. La scelta di Anelka di ricorrere a questo tipo di esultanza, poi, ha destato ancor più scalpore proprio per il fatto che il calciatore francese sia musulmano praticante. Ora la decisione spetta alla federazione inglese, che potrebbe anche squalificare il calciatore visto che non sono consentite esultanze a sfondo politico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: