Maradona vuole querelare Massimo Giletti

Diego Armando Maradona minaccia, tramite il proprio legale, di querelare il conduttore televisivo e noto tifoso della Juventus, Massimo Giletti. Durante l’ultima punta de ‘L’Arena’ di Domenica In, si è parlato proprio dei debiti dell’ex numero 10 del Napoli con il fisco italiano e tra gli ospiti c’erano anche il figlio Diego Maradona jr e la madre Cristiana Sinagra. La cosa che più di tutte non sarebbe andata giù a Maradona, i commenti al gesto dell’ombrello fatto dal ‘Pibe de Oro’ nei confronti del fisco, nonostante il diretto interessato sia tornato più volte sull’argomento chiarendo la natura di quell’uscita.

Insomma, c’è tanta carne al fuoco e Angelo Pisani, storico legale di Diego Armando Maradona, lascia intendere che si stanno valutando attentamente le decisioni da prendere nei confronti di quanto accaduto durante l’ultima puntata di Domenica In:

“Come tanti italiani che pagano il canone Rai - esordisce l’avvocato Pisani - , ho assistito con rammarico alla trasmissione condotta da Giletti, che ha affrontato in modo scorretto la questione fiscale di Maradona, che è stata strumentale solo per far salire l’audience. Tutelerò dinanzi ai magistrati ogni diritto del Pibe de oro”.

Tra Diego Armando Maradona e l’Agenzia è in corso un contenzioso che va avanti da diversi anni: il fisco italiano continua a chiedere qualcosa come 40 milioni di euro all’ex numero 10 del Napoli, che si difende sostenendo di aver sempre agito in buona fede, visto che non si occupava in prima persona del suo patrimonio, ma vi erano persone preposte a farlo. A tal proposito, ed anche in merito alla questione del figlio poi riconosciuto, il suo legale rincara la dose nei confronti di Giletti e della sua trasmissione:

“Sono state dette le solite falsità senza possibilità di replica. Diego non ha mai diffamato la signora Sinagra né è mai stato un evasore fiscale - continua il legale di Maradona - , come dimostrano una sentenza penale e una della giustizia tributaria, che dichiara che non è mai esistita nessuna violazione. Parlare senza cognizione di causa ed accusare ingiustamente una persona non è informazione, è una persecuzione”.

Non resta ora che attendere le prossime mosse dell’ex campione argentino, che dopo essere stato informato dall’avvocato Pisani di quanto accaduto domenica scorsa, ha preso qualche ora di tempo, dando comunque mandato allo stesso legale di valutare possibili azioni nei confronti di chi ha leso la sua immagine.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: