Juventus-Inter 3-1 | Telecronache: Zuliani, Recalcati, Paolino, Tramontana – Radiocronaca: Repice | Video

Il derby d’Italia commentato in diretta

di antonio

Juventus schiacciasassi, Inter demolita. Il derby d’Italia lo stravince la squadra di Antonio Conte mettendo a nudo tutte le difficoltà che l’Inter sta incontrando nell’ultimo periodo. I bianconeri riprendono la marcia inarrestabile in classifica ad una settimana di distanza dal pareggio esterno dell’Olimpico, contro la Lazio. Per l’Inter, invece, ora la situazione in classifica si fa ingarbugliata perché la lotta per il quinto posto si è fatta serrata, con molte squadre in fase di recupero e con il Verona che ha sorpassato proprio i nerazzurri.


CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CLAUDIO ZULIANI

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CHRISTIAN RECALCATI

Alcuni numeri – L’Inter ha vinto una sola volta nelle ultime dieci partite di campionato (cinque pareggi, quattro sconfitte) e ha segnato due sole reti nelle ultime cinque giornate. La Juventus non perde nelle partite casalinghe da 20 turni di Serie A, vale a dire dalla sconfitta per 2-1 contro la Sampdoria del gennaio 2013. L’Inter ha vinto solo uno degli ultimi sette scontri diretti con la Juventus, proprio l’ultimo a Torino (3-1). Per la Juventus è la 77 vittoria nel derby d’Italia, 45 le vittorie nerazzurre e 40 pareggi.

La soddisfazione di Conte a fine partita:

“Potevamo arrotondare il vantaggio e dopo il 3-0 ci siamo rilassati un attimo. Ma va bene così. Eravamo preparati sul gioco dell’Inter, abbiamo studiato le contromisure ed è andata bene contro una squadra importante. Sono stufo di polemiche create ad hoc. Niente conferenza della vigilia fino a fine anno. Ultimamente le mie dichiarazioni sono state strumentalizzate in maniera negativa. Preferisco parlare dopo la partita di quanto successo in campo e comunque di calcio. Non parlerò più prima della partita e così farò fino a fine campionato visto che è una cosa facoltativa. Sono stufo di polemiche create ad arte. Le mie squadre devono mantenere la concentrazione fino al 95′. Sul 3-0 abbiamo concesso una virgola all’Inter e tutto è cambiato. Poi potevamo arrotondare il vantaggio, ma va bene così. Loro di fatto han giocato come all’andata e come in America e per questo abbiamo studiato le contromosse alla marcatura di Pirlo”.

Per Mazzarri è mancata la cattiveria:

“Perdere così dà fastidio. Fino all’1-0 eravamo in partita e anche noi avevano avuto la nostra occasione, dà fastidio che abbiamo preso quel secondo gol in modo lezioso. La Juve invece è stata feroce. Bisogna avere più cattiveria agonistica. Il secondo e terzo gol sono arrivati con la cattiveria, mentre noi siamo stati leziosi. Il primo gol ci può stare, il ragazzo (Kovacevic, ndr) si è dimenticato di Lichtsteiner, ma gli altri due gol sono stati due errori. Se saremo attenti a questo, torneremo a vincere. Le occasioni le abbiamo avute e Palacio ha avuto due palle per riaprire la partita nel finale. Dobbiamo ancora imparare tante cose, ma il gioco c’è, l’atteggiamento tattico c’è, non vedo tutti questi problemi. Mancano solo i risultati”.

Juventus – Inter 3-1, terza giornata di ritorno di Serie A