Lippi rinnova con il Guangzhou, niente nazionale cinese

Dopo essere stato vicino alla panchina della nazionale cinese, Marcello Lippi rinnova con il Guangzhou Evergrande per altri tre anni

Marcello Lippi rimarrà sulla panchina del Guangzhou Evergande ancora per tre anni. L’ufficialità della notizia è freschissima e giunge dopo giorni di voci e indiscrezioni secondo le quali l’ex allenatore della Juventus, nonché CT campione del Mondo nel 2006 con l’Italia, era in procinto di lasciare la panchina del club, magari per sedersi sulla panchina della nazionale cinese. Proprio mentre la federazione asiatica annuncia di aver messo sotto contratto come prossimo commissario tecnico il francese Alain Perrin, dunque, Lippi a sorpresa prolunga con il Guangzhou e punta ad altri titoli dopo l’incetta già fatta la scorsa stagione.

La conferma è arrivata stamane proprio dalla dirigenza del Guangzhou, club nel quale Lippi arrivò nel 2012 a campionato in corso conquistando il campionato al termine della stagione. Vittoria che si è ripetuta nella stagione passata, quando il club cinese si è confermato nuovamente nel massimo campionato, vincendo anche la Champions League asiatica. Con questo trionfo, l’ex allenatore di Juventus e Inter, è diventato il primo tecnico ad aver vinto le due massime competizioni continentali in due Confederazioni diverse. L’impresa non è riuscita, invece, nel Mondiale per Club 2013, con gli uomini del ‘Marcello’ costretti a dire addio alla competizione in semifinale.

Ora, dopo la campagna acquisti faraonica, il Guangzhou prova a ripetersi in campionato e nella Champions League asiatica, dopo che il primo trofeo stagionale è sfumato solo qualche giorno fa: il club di Lippi ha perso la finale di Supercoppa di Cina per 1-0 contro il Guizhou Renhe. Nell’occasione, il tecnico italiano non si è presentato in panchina per protesta contro la dirigenza del calcio asiatico per non aver accettato di rinviare la gara, per aver il Guangzhou Evergrande, partecipato al Mondiale per club.

I Video di Calcioblog