Presentato il nuovo stadio della Roma: spettatori vicini al campo (Foto)

Presentato in Campidoglio il progetto del nuovo stadio della Roma: 52mila posti ampliabili a 60mila e spettatori vicini al campo

Alle ore 11 è stato presentato in Campidoglio il nuovo stadio della Roma. Alla presenza di tutta la squadra e la dirigenza giallorossa, il sindaco Ignazio Marino e il presidente giallorosso James Pallotta, hanno tolto i veli al plastico del nuovo impianto che tra due anni – questa la tempistica ufficiale – dovrà iniziare ad ospitare le gare casalinghe della Roma in Italia e in Europa. L’evento di presentazione, che ha come testimonial d’eccezione il brasiliano Paulo Roberto Falcao, è stato preceduto da una conferenza stampa tenuta dai principali attori protagonisti. Ad aprire i giochi, è stato il Ceo giallorosso Zanzi:

Oggi è veramente un giorno speciale perché presentiamo il nuovo stadio della Roma che avrà un profondo impatto sulla nostra squadra e sui nostri tifosi. E’ da 24 mesi che siamo al lavoro per questo progetto.

A credere fortemente nella costruzione del nuovo stadio, il presidente James Pallotta, che sogna un impianto attivo sette giorni su sette e a misura di famiglia: non solo gare di calcio, dunque, ma anche attrazioni e attività commerciali che possano attirare tifosi e appassionati anche nel corso della settimana. Ecco le parole del patron americano della Roma:

Lo stadio Olimpico è stata una grandissima casa per la Roma, ma ha fatto il suo tempo. I tifosi e la città hanno bisogno di uno stadio nuovo. E’ una grande opportunità per il Paese e per la squadra. I tifosi saranno a ridosso del campo e Florenzi non dovrà fare tutte quella distanza per correre dai tifosi come ha fatto ieri sera. E’ importante avere uno stadio per far sì che la Roma diventi la miglior squadra del mondo.

Pallotta ha poi confermato che i lavori dovrebbero durare circa due anni e che la capienza totale dello stadio sarà di 52mila posti ampliabili a 60mila. Dopo il presidente, ha preso la parola anche il sindaco Marino, la cui giunta è chiamata anche a predisporre quelle infrastrutture necessarie per la riqualificazione dell’area Tor di Valle, presso cui sorgerà lo stadio. Sono previsti anche nuovi collegamenti stradali e ferroviari.

Valuteremo il progetto in 90 giorni. E’ un grande giorno per la città di Roma – dice il sindaco – , si sta cambiando pagina. Un’opera così importante si può realizzare in tempi brevi. La costruzione avverrà in una zona già urbanificata: Speriamo che la Roma possa giocare nel nuovo stadio già nella stagione 2016-2017.

Dalle parole ai fatti, sindaco e presidente hanno tolto i veli al plastico, che ha rivelato il progetto dell’architetto Meis, ieri stroncato dal collega Fuksas. L’autore del progetto del nuovo stadio della Roma, ha ribadito che la struttura coniugherà storia e innovazione e che il Colosseo è stato una fonte di ispirazione:

Mi sono ispirato al Colosseo. Lo stadio sorgerà vicino al fiume Tevere. Sarà rialzato di 7 metri, ci sarà una vista sulla città. La nuova Curva Sud avrà 14mila posti e sarà molto ripida a ridosso del campo.

L’obiettivo è quello di preparare una bolgia per gli avversari, ribadisce la dirigenza giallorossa, che ora attenderà l’iter burocratico e poi avvierà la macchina organizzativa.

La presentazione del nuovo stadio della Roma
La presentazione del nuovo stadio della Roma

I Video di Calcioblog