Cori contro i napoletani: ora la curva dell’Inter rischia grosso

Durante la gara di ieri sera tra Inter e Napoli, allo Stadio San Siro si sono uditi chiaramente cori rappresentanti discriminazione territoriale: la Curva Nord nerazzurra rischia la stangata

Ancora una volta una gara del Napoli è stata accompagnata da un sottofondo “discriminatorio”, secondo le normative vigenti. Ieri sera, allo stadio San Siro di Milano, in occasione della gara dei partenopei contro l’Inter, i tifosi nerazzurri hanno intonato i cori sentiti fin qui in molti altri stadi italiani e che ora potrebbero portare il giudice sportivo a punire duramente la curva e la società dell’Inter. Data per scontata una multa salata al club presieduto dall’indonesiano Erick Thohir, resta da capire se ci sarà la chiusura della Curva nord, dalla quale sarebbero partiti gli insulti ai napoletani.

La tanto discussa normativa sulla discriminazione territoriale, dunque, potrebbe portare ad una vera e propria stangata nei confronti del tifo organizzato nerazzurro, sul quale pende già una squalifica con sospensiva, per i fatti relativi al derby d’andata contro il Milan. Allora, i tifosi dell’Inter beccarono con cori insultanti Mario Balotelli e gli altri giocatori di colore dei rossoneri, su tutti De Jong e Muntari. Ieri sera, invece, durante la gara terminata con il risultato di 0-0, si sono uditi chiaramente i ‘soliti’ cori contro i napoletani, da “Napoli colera” a “Non vi siete mai lavati”, passando per una novità assoluta contro il presidente federale “Abete napoletano”. Una new entry che non può essere considerato propriamente un insulto, ma data la carica che ricopre Giancarlo Abete e viste le precedenti decisioni del giudice sportivo Giampaolo Tosel, potrebbe rappresentare il ‘carico’ che farà pendere la bilancia dalla parte della punizione esemplare.

Gli 007 federali presenti a San Siro ieri sera hanno preso nota e ora gireranno le loro relazioni al giudice sportivo: nel caso in cui il settore colpevole non sia chiaramente individuabile, Tosel potrebbe richiedere un supplemento di indagini tramite il supporto della Questura di Milano. Se il materiale a disposizione fosse invece già sufficiente, scatterà la squalifica della Curva Nord che sarà scontata nell’ultima gara casalinga di questo campionato contro la Lazio e molto probabilmente anche nella prima partita casalinga della prossima stagione.