Inter, Pietro Ausilio conferma Walter Mazzarri: "Sta valutando la proposta di rinnovo fino al 2016"

Le dichiarazioni del direttore sportivo nerazzurro, alla vigilia del match contro il Chievo.

Alla fine, le voci di ieri sono state prontamente smentite. Il direttore sportivo Pietro Ausilio, che è intervenuto durante la conferenza stampa della vigilia di Chievo - Inter, ultima partita di questo campionato per quanto riguarda i nerazzurri, smentendo le previsioni della vigilia, ha rilasciato dichiarazioni tutt'altro che di circostanza, sbottonandosi molto sul futuro di Walter Mazzarri, attuale allenatore dell'Inter.

Durante la giornata di ieri, infatti, abbiamo parlato della voce secondo la quale il presidente dell'Inter, Erick Thohir, avrebbe manifestato il desiderio di rinnovare la fiducia a Mazzarri per un'altra stagione senza, però, mettere mano al contratto.

Ausilio, invece, ha dichiarato che l'Inter è pronta per attuare un progetto a medio-lungo termine con Mazzarri, affermando che l'allenatore livornese sta attualmente vagliando la proposta di rinnovo di contratto. Come già sappiamo, Mazzarri è legato all'Inter fino al 2015 ma con il nuovo accordo la sua avventura all'Inter potrebbe andare avanti un anno in più.

Queste sono state le dichiarazioni precise rilasciate dal ds nerazzurro a riguardo:

Abbiamo buttato lì la proposta per un rinnovo per un altro anno. Abbiamo iniziato a parlarne, non penso che servirà tantissimo tempo per un accordo. Il mister non ha problemi a lavorare in scadenza di contratto, adesso ci sta pensando, si è voluto prendere una pausa di riflessione ma, ripeto, in tempi rapidi troveremo una soluzione per allungare il contratto. L'importante per lui è centrare gli obiettivi, troveremo un accordo per continuare.

walter mazzarri rinnovo

In pratica, quindi, le voci che sono state smentite sono praticamente due considerando che, stando alle parole di Ausilio, Mazzarri, che fino a pochissimo tempo fa sembrava essere alla ricerca smaniosa di un rinnovo, ora non avrebbe problemi a lavorare in scadenza.

Le dichiarazioni ottimistiche del direttore sportivo profumano quasi di ufficialità: in questo momento, però, prima di lanciarsi in altre congetture, è necessario attendere le ormai famose considerazioni post-campionato che Mazzarri rilascerà al termine della partita contro il Chievo.

Se da una parte, quindi, l'Inter ha aperto un portone all'attuale tecnico, dall'altra la società ha chiuso definitivamente la porta ad un altro uomo simbolo degli ultimi anni dell'Inter, sigillati dal famoso Triplete: stiamo parlando di Esteban Cambiasso.

Il centrocampista argentino, infatti, non rinnoverà il suo contratto e la partita di Serie A contro i clivensi sarà l'ultima che giocherà con la casacca dell'Inter. Ausilio si è detto certo che Cambiasso tornerà all'Inter in un altro ruolo anche perché l'argentino non ha alcuna fretta di appendere gli scarpini al chiodo. Per lui, infatti, si parla già di un ritorno in Spagna, precisamente all'Atletico Madrid.

Pietro Ausilio, inoltre, ha confermato anche l'addio di Diego Milito, annunciando l'acquisto di un attaccante giovane che lo sostituirà nella rosa. Il direttore sportivo ha anche manifestato la volontà di non privarsi di Andrea Ranocchia e Ricky Alvarez e ha confermato alcuni obiettivi di mercato come Tom Ince (figlio dell'ex nerazzurro Paul) del Blackpool, Nilton del Cruzeiro ed Erkin del Fenerbahce.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: