Striscione “Speziale libero”: nessuna sanzione per la Juventus

Il giudice sportivo Giampaolo Tosel grazia la Juventus: nessuna sanzione per lo striscione “Speziale libero” apparso ieri in Curva Sud

La Juventus se la cava senza alcuna sanzione all’indomani della festa scudetto contro il Cagliari: intorno al 15’ della ripresa, un gruppetto di tifosi presenti in Curva Sud ha esposto uno striscione oltraggioso nei confronti della memoria di Filippo Raciti, ispettore di polizia ucciso qualche anno fa a Catania. “Speziale libero” il messaggio presente sullo striscione i cui colpevoli, si parla di quattro o cinque ultras bianconeri, sono in fase di individuazione in queste ore (uno di loro sarebbe già stato fermato). È lo stesso messaggio apparso sulla t-shirt di Genny ‘a Carogna durante la finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, e replicato anche in alcuni stadi tedeschi e romeni il weekend successivo.

Al momento dell’esposizione del becero striscione, tutto lo Juventus Stadium ha reagito fischiando i protagonisti della stupida bravata, costringendoli nel giro di qualche minuto a far sparire il lenzuolo. Al resto hanno pensato le forze dell’ordine e il servizio di sicurezza della Juve, che si sono subito messi in moto per individuare i tifosi colpevoli. Proprio per questa collaborazione da parte della società bianconera, il giudice sportivo Giampaolo Tosel ha deciso di non prendere alcun provvedimento nei confronti della Vecchia Signora. Una decisione analoga a quella della Corte federale, che per l’insieme di fatti accaduti nella finale di Coppa Italia ha ridotto da due ad una le giornate di chiusura del San Paolo di Napoli.

Come si legge nel comunicato del giudice sportivo, nei confronti della Juventus non è stata necessaria alcuna sanzione “per avere concretamente cooperato con le Forze dell’Ordine nell’attività di prevenzione e per avere suoi sostenitori immediatamente e chiaramente manifestato la propria dissociazione da tale deprecabile comportamento”. Per qualcosa di analogo, invece, è stata multata la società del Catania, che ieri ha salutato la serie A vincendo contro l’Atalanta: 10 mila euro di multa al club etneo per l’esposizione, da parte di un gruppo di suoi tifosi, di uno striscione oltraggioso. Anche in questo caso la pena è stata mitigata dalla cooperazione della società del Catania con le forze dell’ordine.