Juventus-Malmoe 2-0 | Telecronaca di Paolino, interviste e statistiche – Video

La vittoria dei bianconeri commentata in diretta

di antonio

Il ritorno di Carlos Tevez al gol in Champions League dopo cinque anni e oltre 1000 minuti e la prima vittoria nel girone. La Juventus centra in un solo colpo due importanti obiettivi e incamera i primi tre punti della competizione europea. E’ il terzo successo consecutivo in partite ufficiali dei bianconeri che in tutto hanno segnato cinque senza subirne neanche uno. La formazione di Allegri, stavolta, non stecca in Champions League nonostante un primo tempo complicato in cui gli svedesi del Malmoe erano riusciti ad imbrigliare tutte le sterili azioni offensive dei padroni di casa. Nella ripresa l’Apache è salito in cattedra e la Juventus avrebbe anche potuto dilagare (si contano 22 tiri da parte dei bianconeri in questo match).

Statistiche e curiosità – Per Max Allegri, il miglior risultato in CL da allenatore sono i quarti di finale raggiunti col Milan nel 2011/12. Per lui, con il 2-0 contro il Malmoe, il bilancio è di 11 vittorie, 10 sconfitte e 12 pareggi. Per il Malmö si tratta della prima partecipazione in assoluto alla moderna Champions League, ed è la quarta squadra svedese in assoluto a prenderne parte. Il miglior risultato degli svedesi in questa competizione è la finale del 1979, persa 1-0 col Nottingham Forest. I bianconeri avevano vinto solo una delle precedenti otto partite in Champions League (3N, 4P), subendo sempre gol in questo parziale. Per la Vecchia Signora è la 15ª partecipazione alla Champions League, tra le squadre italiane solo il Milan ne conta di più, 17. Continua la tradizione negativa del Malmoe che non ha mai vinto contro una squadra italiana (2N, 3P).

Le parole di Allegri a fine partita:

“Una vittoria importante e un buon gioco nel secondo tempo dove abbiamo girato meglio la palla. Dobbiamo migliorare però, in Europa serve tranquillità. Sapevamo di affrontare una squadra dura e all’inizio siamo stati confusionari. La vittoria dell’Olympiacos però complica i piani. In Europa le gare sono diverse, c’è molta più fisicità anche se abbiamo concesso veramente poco. Bisogna avere serenità per giocare un buon calcio e nel primo tempo siamo stati confusionari. I ragazzi stanno facendo bene, ma possono fare meglio. Sarà un girone complicato e per passare serviranno molti punti. A Tevez gli ho chiesto di giocare un po’ dietro a Llorente per inserirsi. Nella ripresa è andato meglio dove abbiamo trovato qualche spazio in più. Dobbiamo migliorare nella gestione della palla. Il Milan? Niente turnover, la squadra sta bene. I nuovi si stanno inserendo bene e tutti serviranno più avanti. Non va abbassato il livello di qualità e intensità della squadra”.

Le impressioni di Age Hareide, tecnico del Malmoe:

“Abbiamo fatto a un’ora di ottimo lavoro. Abbiamo giocato per 60 minuti, possiamo migliore ancora perché i miei giocatori sono stati molto disciplinati a livello tattico. Purtroppo c’era un uomo in campo che ha fatto la differenza. Era Carlos Tevez, non siamo riusciti a contenerlo”.

Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) – Foto


Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto
Juventus-Malmoe 2-0 (doppietta di Tevez) - Foto

juv

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →