Roma-Milan 0-0 | Telecronache di Zampa e Crudeli, radiocronaca Rai, interviste e statistiche – Video

Il pareggio a reti bianche tra giallorossi e rossoneri commentato in diretta

di antonio

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Sorride soprattutto la Juventus dopo il pareggio a reti bianche tra Roma e Milan. I giallorossi non riescono a tenere il passo della Vecchia Signora che si riporta nuovamente a +3 in classifica. All’Olimpico la squadra di Garcia sbatte contro il muro eretto da Filippo Inzaghi e recrimina per un fallo di mano in area rossonera non ravvisato da Rizzoli, commesso da De Jong. Il Milan può sorridere per la prova di orgoglio nel bunker dell’Olimpico e per aver resistito con un certo ordine in inferiorità numerica nella seconda parte della ripresa. Il Diavolo ha provato anche ad impensierire De Sanctis in due o tre occasioni, ma prima Menez (buona prova del francese) e poi El Shaarawy hanno pascolato nella solitudine dell’attacco: contava soprattutto non prenderle per Inzaghi.

Numeri e curiosità – La Roma resta la vittima preferita del Milan in Serie A con 71 successi in 158 precedenti. I giallorossi sono imbattuti negli ultimi cinque incroci di campionato con il Milan: due vittorie e tre pareggi. Il Milan ha vinto solo una delle ultime dieci sfide di Serie A con la Roma giocate all’Olimpico (3-2 nell’ottobre 2011): completano il parziale quattro successi giallorossi e cinque pareggi. Giallorossi imbattuti in casa in questo campionato (7V, 2N). I rossoneri non vincono in trasferta da quattro turni (3N, 1P), ma prima di questa gara subivano gol consecutivamente da 10 gare lontano da San Siro.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Garcia, a fine partita, si lamenta per la mancata concessione del calcio di rigore:

“Sono due punti persi ma nel primo tempo c’è un fallo di mano clamoroso di de Jong. O gli arbitri d’area si prendono le loro responsabilità, oppure non li mettiamo più. Non mi sono lamentato di niente, sottolineavo un fatto di gioco che può succedere. Comunque al di là di questo abbiamo avuto delle occasioni, ma siamo mancati di creatività con l’assenza di Pjanic. Bisogna anche dire che c’era una mano clamorosa nella loro area. Ma era comunque possibile fare meglio, ma abbiamo trovato un Milan ultradifensivo e noi abbiamo peccato di qualità. La sospensione della squalifica? Voglio solo parlare di calcio. Siamo ancora in corsa in tre competizioni, le giocheremo tutte per vincere”.

Le parole di Inzaghi:

“Sono straordinariamente felice. A inizio anno mai e poi mai avrei immaginato che saremo venuti qui, in questo stadio e ce la saremo giocata come abbiamo fatto contro una squadra che lotta per il titolo, come sta facendo la Roma. Abbiamo giocato mettendo in campo un cuore straordinario, se non lo avessimo fatto, contro la Roma, avremmo sicuramente perso. Siamo onorati dei complimenti ricevuti da parte di Sabatini e di Garcia, per via della nostra partita e del nostro spirito. Zapata viene troppo spesso criticato e invece stasera è stato straordinario contro Gervinho; Mexes sta giocando ogni partita sempre meglio”.