Roma – Lazio, Totti si fa un selfie dopo il gol del 2-2

Il selfie del capitano giallorosso, dopo la doppietta alla Lazio.

Fu così che il famigerato selfie, l’autoscatto che tutti almeno una volta nella vita abbiamo fatto con il nostro smartphone, arrivò anche nei campi di calcio.

Il “merito” è di Francesco Totti, capitano della Roma, protagonista assoluto della rimonta giallorossa contro la Lazio nel derby della Capitale che si è giocato oggi pomeriggio, valido per la diciottesima giornata del campionato di Serie A e terminato con il risultato finale di 2-2.

La stracittadina romana per la compagine giallorossa allenata da Rudi Garcia, al termine del primo tempo, si era messa decisamente male: con i gol di Stefano Mauri e di Felipe Anderson, la Lazio stava già pregustando la vittoria. La Roma, però, è scesa in campo nel secondo tempo con uno spirito diverso, acciuffando subito il gol dell’1-2, pochi minuti dopo il fischio d’inizio della seconda frazione di gioco, grazie ad un tiro di piatto del numero 10 giallorosso.

Al diciottesimo minuto del secondo tempo, Francesco Totti ha concretizzato un cross di Holebas con una pregevole mezza rovesciata che non ha lasciato scampo a Marchetti, siglando il 2-2.

Durante i festeggiamenti, Guido Nanni, preparatore dei portieri, ha passato lo smartphone a Totti che si è scattato un selfie con la Curva Sud sullo sfondo.

Oggi, Totti ha segnato i primi gol su azione in Serie A, arrivando anche a 11 gol complessivi segnati nei derby (quello di oggi è stata la sua 40esima stracittadina).

A fine partita, Totti ha commentato la partita, il risultato finale e ovviamente il selfie con un’intervista a Sky. Le sue dichiarazioni:

Purtroppo oggi abbiamo buttato il primo tempo, non siamo riusciti a fare le nostre giocate, le nostre cose, e loro sono andati in vantaggio due volte. Non era semplice ribaltare il risultato, soprattutto in una partita così speciale. Nel secondo tempo siamo entrati più cinici, più cattivi, abbiamo dimostrato di essere una squadra che può competere per lo scudetto. Aver segnato 11 gol è un orgoglio, una soddisfazione per me, ma soprattutto per i romanisti, aver fatto più gol nella stracittadina contro la Lazio. Il selfie? È un’idea nata in settimana. Ormai c’è la moda del selfie, io non sono abituato a farli perché la mia vita privata la tengo per me stesso, però questa era un’occasione unica e irripetibile, aver scavalcato giocatori importanti per questa stracittadina. Era un ricordo che si ricorderanno un po’ tutti. Scudetto? È un segnale importante, oggi l’importante era non perdere. Proprio per come si era messa la partita, era molto difficile recuperarla, però grande spirito di gruppo, grande voglia di fare bene, fino alla fine siamo là a competere per l’unico obiettivo che abbiamo, lo scudetto.

Totti selfie | La foto

totti selfie 1